LE PAGELLE di Fenerbahce-Lazio: Ederson pimpante, Onazi acerbo… Cana, prestazione da leader

© foto www.imagephotoagency.it

Marchetti 6 – Nel primo tempo si vede arrivare dalle sue parti un’unica tiro, in cui devia la palla di Webò sul palo. Nella ripresa apre un’autentica sfida a distanza con Raul Meireles. Spiazzato in occasione del rigore, è invece impreciso in occasione del secondo gol, dove respinge corto una punizione dalla distanza.

Gonzalez 6 – Partita diligente del giocatore Uruguaiano. Dalla sua parte sfondano raramente e dimostra sicurezza. In questa fase di emergenza con Konko e Pereirinha out, Gonzalez potrebbe rivelarsi davvero una scelta azzeccata.

Cana 7 – E’ l’autentico padrone della retroguardia biancoceleste. Dove c’è lui non si passa. Le prende tutte di testa, è preciso in ogni intervento. Autentico Leader.

Ciani 6 – Meno preciso del compagno di reparto. Appare lento in alcune circostanze ma la prestazione è comunque sufficiente perchè tiene a bada un Moussa Sow che si vede davvero poco.

Radu 5,5 – Prestazione sufficiente anche per Capitan Radu. Il terzino rumeno è però sfortunato in occasione del rigore del Fenerbahce, dove si vede finire la palla sul braccio. La volontarietà non c’è assolutamente, l’arbitro è stato forse un po’ troppo severo.

Onazi 4,5 – Valutazione inevitabilmente condizionata dall’espulsione. Un doppio giallo evitabile, quello rimediato ad inizio ripresa, che ha costretto i suoi a giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. Deve crescere.

Hernanes 6 – Non si vede moltissimo, ma almeno offre una prestazione sufficiente. E’ prezioso soprattutto in fase di interdizione, mentre si vede poco in quella di impostazione. (Dall’86’ Mauri SV)

Candreva 6,5 – E’ intraprendente sulla destra. Prova spesso, specialmente nel primo tempo, l’uno contro uno su Ziegler. Ad inizio ripresa scheggia il palo con una bella conclusione di sinistro. Unica pecca: non ha battuto bene un calcio d’angolo che sia uno.

Ederson 6 – Fa da raccordo tra il centrocampo e Kozak e quando ha spazio fa male alla difesa turca. Va vicino al gol nel primo tempo, esce malconcio intorno all’ora di gioco. (Dal 62′ Ledesma 5,5 – Non è prezioso come poteva pensare Petkovic. In fase di copertura fa peggio rispetto ad altre volte)

Lulic 6 – Prestazione sufficiente, senza particolare spunti degni di nota. Tenta qua e là qualche sgroppata ma è male accompagnato dai compagni.

Kozak 5,5 – Predica nel deserto. E’ totalmente abbandonato a sè stesso e i palloni che gli arrivano sono davvero pochi. Ancora peggio nella ripresa, in 10 contro 11. (Dal 72′ Klose SV)

Petkovic 6 – L’espulsione di Onazi ha complicato una gara già difficilissima. La Lazio parte subito con l’intento di difendersi e tutto sommato lo fa bene. Sfortunati sul rigore, imprecisi sul tap-in di Kuyt. Adesso è fondamentale recuperare energie per Lunedì.

Articolo precedente
Tare: “Vogliamo la semifinale, siamo qui per confermarci”
Prossimo articolo
Cana non si arrende: “Ribalteremo il risultato all’Olimpico. Ci credo al 100%”