Connettiti con noi

News

Zaccagni, un inizio sfortunato poi la crescita: è pronto a prendersi la Lazio

Pubblicato

su

Mattia Zaccagni arrivato quest’estate alla Lazio dopo un inizio sfortunato sta crescendo, prendendosi la Lazio anche con prestazioni e gol

Ripartenza dopo la sfortuna. Mattia Zaccagni è stato l’ultimo colpo della sessione estiva del calciomercato della Lazio, arrivato insieme a Felipe Anderson e Pedro, cambiando totalmente faccia al reparto offfensivo biancoceleste con i due ‘quinti’ di centocampo del modulo di inzaghiana memoria arretrati a terzini in una difesa a 4.

INIZIO SFORTUNATO – Da quando è a Roma pero l’ex Hellas Verona non ha avuto certo un avvio facile: ha patito uno stiramento, un’influenza e una distorsione al ginocchio. Infortuni che hanno fatto si che fino agli inizi di novembre i numeri fossero abbastanza magri:solo cinque presenze e appena 233’ giocati.

CRESCITA – Dopo la sfortuna iniziale però è arrivata la crescita graduale: la percentuale di titolarità si è alzata al 42% per il 40% dei minuti giocati e il 14% di partecipazione al gol. L’exploit definitivo a inizio dicembre dalla gara contro la Sampdoria in poi: prima i due assist nell’1-3 al Ferraris poi trovando i primi gol in biancoceleste prima nel math contro il Sassuolo, poi perso dai biancocelesti al Mapei di Reggio Emilia, poi quello contro il Geonoa di Shevchenko davanti ai sui tifosi all’Olimpico. Stesso lui dopo la partita contro il Venezia ha ammesso la sua soddisazione:  «Sono molto contento di aver ritrovato la forma fisica e i 90 minuti. Mi stanno riuscendo molte cose e darà tanto altro alla Lazio. La fiducia arriva con la condizione fisica e adesso mi sento bene. Mi riescono le cose e sono molto contento di questo. Penso che dalle ultime prestazioni si può vedere benissimo che siamo una squadra in crescita che ascolta il mister. Stiamo facendo partite più ordinate rispetto a prima e questa è la strada giusta». Ora un girone di ritorno come si è chiuso quello d’andata per continuare a sognare.