Inzaghi: «Le assenze pesano, ma ho molte opzioni. Radu? E’ innamorato della Lazio!». E su Felipe Anderson…

inzaghi conferenza stampa
© foto www.imagephotoagency.it

Simone Inzaghi presenta Lazio-Genoa durante la canonica conferenza stampa della vigilia

La Lazio sfiderà il Genoa nel posticipo di campionato. Mister Inzaghi, come di consueto, presenta la gara alla vigilia rispondendo alle domande dei cronisti presenti:

Imperativo vincere?
Senz’altro. Domani sarà tosta: il Genoa è sempre un avversario difficile, servirà una partita di livello. Vogliamo vincere davanti ai nostri tifosi e rimanere in alto. Ballardini mi ha allenato, è preparato, prepara bene le partite e vorrà fare bella figura, ma noi ci siamo preparati bene.

Cambierai qualcosa in formazione?
Ho più di una soluzione, senza Lulic e Milinkovic ci sarà qualche imbarazzo. A San Siro, ho tolto Leiva perchè sapevo che già mi sarebbero mancati giocatori: abbiamo però opportunità, come arretrare Luis Alberto. C’è Murgia che scalpita, si allena bene, ha giocato meno ma sceglieremo dopo l’allenamento.

Che coppia può essere Nani-Immobile?
Abbiamo 5 attaccanti e tanta qualità, è una fortuna di poter scegliere. Tutti possono giocare insieme, Caicedo ed Immobile, Felipe e Nani. Comunque ho margini di scelta e vedremo.

Leiva a rischio squalifica?
Mi fido di lui, è un professionista e non penso alla prossima partita. Ora testa e cuore al Genoa poi guarderemo il calendario.

Cambia giocare dopo aver conosciuto i risultati degli altri?
Quando siamo entrati in Europa, sapevamo che avremmo giocato dopo degli altri, ma noi dobbiamo pensare alle nostre partite e domani dobbiamo aver voglia di fare una bella prestazione perchè il Genoa è una squadra solida.

Radu, quanto è importante nello spogliatoio?
Radu ha giocato con me, il primo anno era infortunato e mi è dispiaciuto non vederlo giocare, perchè lo avevo apprezzato come compagno di squadra. E’ innamorato della Lazio, qui è una seconda casa, in campo dà sempre tutto. E’ sempre molto concentrato, dà ottime letture alle partite e ha davanti molti anni di carriera. Domani sarà un record importante, non semplice, ma sono sicuro ne farà altri.

Felipe Anderson?
Ha fatto tre gol da quando è rientrato, sta facendo bene anche coi diversi compiti che gli chiedo. E’ un giocatore che alza la qualità della squadra, ora ho molte scelte davanti e lui è una delle prime.

Radu resta un punto fermo o gli dai un riposo?
Ieri è stato un buon allenamento, tutti hanno recuperato. Solo Jordao ha avuto un problemino, eccetto gli squalificati e Di Gennaro ci saranno tutti, poi vedrò domani.

Ballardini cosa ti ha lasciato?
Ho sempre avuto un ottimo rapporto con lui: si parlava bene di calcio, partimmo bene con la Supercoppa vinta a Pechino, poi ci furono probolemi, ma il mio ricordo è buono. Mi ha fatto giocare anche spesso quando stavo bene.

Articolo precedente
Lazio-Genoa: 22 i convocati di Ballardini, c’è Bessa
Prossimo articolo
inzaghi lazio europa leagueInzaghi: «Lazio da sempre nel mio destino. Vi racconto la chiamata di Mancini»