Lazio, Agostinelli: «Ora inizia un altro campionato»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex calciatore ed attuale allenatore Agostinelli ha preso parola su Radiosei, parlando del momento della Lazio

Ai microfoni di Radiosei, durante la trasmissione 9 Gennaio 1900, Andrea Agostinelli si è così espresso: «Lazio stile ottovolante con un riscontro mediatico diverso? Dopo sette vittorie consecutive e le tre reti fatte alla Juventus era inevitabile. L’obiettivo della Lazio è arrivare in Champions, fin’ora ha mantenuto alla grande le promesse. Alla fine sarà la testa a decidere e un pizzico di fortuna che ti evita infortuni ai giocatori più importanti. La Lazio deve battersi per evitare i passaggi a vuoto come quelli dello scorso anno o l’ultimo nel primo tempo del match in casa con l’Atalanta. Alla fine forse dovremo ricordarci di due episodi: la rimonta sull’Atalanta e la laurea presa con la Juventus che ha sancito la consacrazione. Ora comincia un campionato diverso e da tecnico ai giocatori direi di azzerare quanto fatto, ora cominciamo la prima di campionato col Cagliari, vera rivelazione della Serie A. Se vai con umiltà puoi andare a vincere in Sardegna, ma se entri in campo pensando che sia facile torni ai vecchi sbagli. Ora il destino è nelle mani della Lazio. Se dovessi decidere quale dei fantastici quattro venderei?! Beh, Milinkovic perché ha una valutazione importante e per il gioco della Lazio è il più sacrificabile, ovvero il più sostituibile». 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER