Fascia destra: idea Lulic?

© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio continua a fare i conti con i numerosi infortuni che ormai da due stagioni intralciano i piani dei biancocelesti. Durante la partita contro il Pescara di qualche settimana fa, Petkovic ha perso una pedina fondamentale del suo scacchiere, ovvero il francese Konko, che oltre ad essere un buonissimo terzino, formava una collaudata coppia sulla corsia insieme all’instancabile Candreva. L’intesa tra i due era sicuramente uno dei punti di forza della squadra capitolina ed uno dei motivi di quella ondata di risultati utili consecutivi. Konko martedì si sottoporrà a nuove visite, ma purtroppo per la Lazio dovrà saltare la parte cruciale della stagione che vedrà gli uomini di Petkovic protagonisti, al rientro dopo la sosta, di una serie di partite fondamentali. Prima il Catania in casa, poi trasferta di coppa, di seguito il Derby, poi il ritorno di coppa ed infine la gara casalinga contro la Juventus a chiudere questo mini-ciclo da urlo. La fascia destra ora sembra aver trovato un nuovo titolare, ovvero in neo acquisto di Tare Bruno Pereirinha. Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, il portoghese sembra aver trovato un buon equilibrio dopo un periodo iniziale di ambientamento che aveva alimentato dubbi e perplessità sul suo impiego. Vedendolo giocare non sembra un terzino di ruolo, quando difende lo si nota impacciato, invece quando attacca sembra più disinvolto ed evidenzia anche una buona tecnica. Questo calciatore comunque non convince proprio del tutto, considerando anche il fatto che probabilmente gioca condizionato dal fatto che deve concentrarsi sul suo punto debole, ovvero difendere, e non può sprigionare tutta la sua energia in fase offensiva. Ma allora siamo sicuri che non ci sia un alternativa che possa dare sicurezza e garanzie sulla corsia destra? Una suggestione, neanche troppo utopica, potrebbe essere quella di provare Senad Lulic. “Lulic terzino destro? Può giocarci perché parliamo di un calciatore duttile, ma ha bisogno di un periodo di addestramento visto che è abituato a muoversi sulla sinistra”. Cosi aveva risposto Petkovic prima della gara contro lo Stoccarda ad una domanda sull’impiego del Bosniaco. L’ex Young Boys aveva iniziato la stagione come esterno basso di sinistra per coprire l’assenza di Stefan Radu, non si era comportato malissimo, anche se solo ora si ricomincia ad ammirare il Lulic visto lo scorso anno. Lui è un destro naturale e giocando a sinistra può sfruttare la sua caratteristica di rientrare prima di effettuare i cross, ma dalla corsia destra può tentare più facilmente di arrivare sul fondo con la palla sul suo piede preferito. Tra l’altro con Reja si è messo in luce in diversi ruoli, compreso l’interno di centrocampo e, stando alle parole di Petkovic che lo descrive come un giocatore duttile, possiamo ipotizzare che può rendersi utile per alcune partite anche in quella parte di campo. Addestramento, disponibilità del calciatore e coraggio del tecnico potrebbero essere una chiave in attesa del rientro del titolare Konko.

Articolo precedente
Patarca elogia Nesta: “Difficile scoprire altri giovani come lui”. Poi sul passaggio alla Roma del nipote…
Prossimo articolo
Attenta Lazio, il Milan ha Marchetti nel mirino