Diaconale: «Esiste un pregiudizio verso i laziali, ma non dobbiamo cadere nel tranello…»

diaconale lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Il responsabile della comunicazione Diaconale difende i tifosi della Lazio dopo le ultime accuse di razzismo

E’ finalmente emersa la verità dopo le polemiche degli ultimi due giorni. Né gli ispettori arbitrali e né il referto arbitrale hanno segnalato episodi di razzismo o antisemitismo nel corso di Lazio-Novara. Sul tema è ancora una volta intervenuto Arturo Diaconale, portavoce di Claudio Lotito. Ai microfoni di Radio Incontro Olympia, è stato questo il suo intervento: «Dopo i fatti di Lazio-Torino, in cui sappiamo che Lotito per un solo sguardo verso il direttore di gara è stato sanzionato, il presidente biancoceleste non può muoversi, neanche tantomeno parlare, essendo nel mirino per il suo rilievo sia politico e mediatico. Detto questo, il mio intento deve essere quello di preservarne la posizione e l’immagine insieme a quella del club e dei suoi tifosi che, oramai è assodato, subiscono un pregiudizio da parte dell’opinione pubblica generale. Ciò che è accaduto durante Lazio-Novara mi fa pensare ad una psicosi giornalistica, in questo caso di un organo importante quale è l’Agenzia Ansa, che per paura di bucare una notizia ne ha dato un eccessivo ed errato risalto. Certo è che noi laziali, come purtroppo accaduto con i fatti di Piazza della Libertà, non dobbiamo prestare il fianco, cadendo nel tranello in cui ci attendono».

Articolo precedente
la giocata del match lazio-interLazio-Novara, ma quali cori razzisti? Il referto arbitrale parla chiaro
Prossimo articolo
Pedro NetoNeto e Jordão, il futuro è biancoceleste! Rinnovo in vista per i due baby portoghesi