Bollini contento per la vittoria: “Gruppo fantastico, compatti verso le finali”

© foto www.imagephotoagency.it

Ancora una vittoria per la Lazio Primavera. Dopo il derby infrasettimanale vinto in trasferta, cade anche la Reggina sotto i colpi di Keita e compagni. I biancocelesti hanno battuto con un sono 4-1 i calabresi e si sono dimostrati una grande squadra, restando in testa al girone C. Il tecnico Alberto Bollini non può che essere soddisfatto della gara dei suoi: “Il rischio della sottovalutazione ci poteva stare a livello inconscio perchè stiamo parlando di giovani, ma è un pericolo che io ho tolto da giovedì e soprattutto ieri lo abbiamo rimarcato con molta responsabilità. Quello che sta facendo questo gruppo è un qualcosa di straordinario non soltanto nei numeri, ma nella compattezza, siamo alla sesta vittoria consecutiva, abbiamo fatto un Viareggio al quale ci siamo inchinati all’Anderlecht solo ai rigori, belgi che poi sono andati a vincere la rassegna. Non credo che l’inizio della gara sia stato dovuto alla stanchezza, quanto ad un avversario che sapeva ripiegare molto bene. Sono stati bravi i nostri attaccanti che hanno corso tanto fin dall’inizio, dovevamo essere in apertura meno leziosi e più rapidi a dar palla. Abbiamo giocato contro una Reggina che sa star bene in campo, ha delle ottime individualità e lo sapevamo dall’andata. Il 4-1 credo sia un risultato anche troppo rotondo rispetto a quello che hanno fatto vedere gli avversari”. Una Lazio che nel secondo tempo è riuscita a legittimare il vantaggio a differenza del primo tempo: “Non sempre il possesso palla è sinonimo di conclusioni a rete o di occasioni da gol. Abbiamo avuto nel primo tempo molto possesso palla ma nei primi 20 minuti siamo andati poche volte al tiro per meriti della Reggina. Nel secondo tempo ci aspettavamo un calo degli avversari e volevamo sfruttare al meglio le nostre abilità individuali soprattutto negli spazi. La  Lazio è stata molto concreta ed ha rischiato molto sul 2-1”. Solo due i turni restanti prima della fine del campionato ed i capitolini sono ad un passo dalle final eight: “Per arrivare alle Final Eight abbiamo bisogno di altri due risultati, la matematica dice una vittoria e un pareggio. Abbiamo fatto una cavalcata bellissimo dall’inizio, abbiamo saputo soffrire e sopperire a delle mancanze. Siamo fieri di tutto quello che abbiamo fatto, ma ora dobbiamo arrivare a questo traguardo chiamato finali. Ci tengo a sottolineare che questa Lazio non è distruggitrice di calcio degli avversari o che ripiega in fase difensiva, sul 2-1 abbiamo mantenuto in campo 3 attaccanti. Voglio rispetto per la Lazio e per questo gruppo, che ha dimostrato grande gioco giovedì contro la Roma e oggi contro una grande squadra come la Reggina”.

Articolo precedente
Primavera, Keita-Rozzi stendono la Reggina e la Lazio vola!
Prossimo articolo
Infermeria, dott. Bianchini: “Ederson sta bene, lunedì ci sarà. Miglioramenti per Pereirinha e Floccari”