Bergodi sul derby: “Lazio favorita, ha una vera identità di gioco”

© foto www.imagephotoagency.it

Lunedì c’è il derby tra Roma e Lazio e ilpagellone.it ha voluto chiamare in acusa un ex biancoceleste come Cristiano Bergodi – recentemente esonerato dal Pescara – per presentare la gara: All’epoca in cui giocavo io era la partita dell’anno. Negli anni novanta sia la Lazio che la Roma erano squadre più modeste e tra gli obiettivi stagionali importanti c’era la supremazia cittadina. E’ un entusiasmo molto forte che non si sente per le altre partite di campionato. Era una rivalità più sentitia di adesso perché molti giocatori nelle due squadre erano appunto nativi di Roma. Il più bello? Sicuramente quello di ritorno del campionato 1994/95 quando vincemmo 2-0. Per noi fu una grande rivincita dopo aver perso la partita di andata per 3-0. Mi fa piacere ricordare il gol di Casiraghi al quale partecipai pure io”.

Bergodi ha incontrato entrambe le squadre quest’anno, ecco cosa ne pensa: “La Roma l’ho incontrata quando ancora c’era Zeman sulla panchina; adesso con Andreazzoli ha cambiato modo di giocare. Non credo che abbia raggiunto una vera e propria identità di gioco, alle volte sembra giocare meglio con la difesa a tre. La Lazio l’ho affrontata di recente e ho visto in questo caso una vera e propria identità. Diventa micidiale con l’inserimento dei centrocampisti coma Mauri ed Hernanes. L’Europa League ha tolto energie, adesso deve riguadagnare terreno. Nel derby non si può mai dire essendo una partita diversa dalle altre ma secondo me la Lazio ha maggiori possibilità rispetto alla Roma, la quale potrebbe pagare il contraccolpo di Palermo”.

Articolo precedente
Prima della gara Manzini premia Can Bartu
Prossimo articolo
FIGC, oggi Lotito vicepresidente del Consiglio federale?