Lazio, alla scoperta del Primavera: Massimo Zilli

© foto @Instagram

Conosciamo meglio i talenti della Primavera della Lazio. Oggi mettiamo sotto la lente d’ingrandimento l’attaccante Massimo Zilli

Solitamente l’attaccante viene descritto come il giocatore più cinico dello schieramento, disposto a fare tutto pur di segnare. Questo tipo di giocatore però può essere anche molto generoso, giocare spalle alla porta, catalizzare l’attenzione per poter liberare un compagno meglio posizionato. Nel roster della Lazio Primavera c’è un giocatore con queste caratteristiche, il classico gigante buono, e si chiama Massimo Zilli.

LA SCHEDA – Massimo Zilli nasce ad Udine il 17/07/2002. Sin da piccolo la sua più grande passione è il calcio e ciò lo porta a spostarsi a Pordenone per giocare nelle giovanili della squadra neroverde. Dopo essersi messo in mostra in vari tornei giovanili, la Lazio piomba su di lui nell’estate del 2017 battendo la concorrenza. Il suo percorso in biancoceleste inizia nelle giovanili, ma nella stagione seguente (2018/2019 ndr) è immediatamente protagonista con l’U17 (22 presenze e 6 gol) e riesce ad entrare nel giro della Primavera, esordendo il 15/09/2018 contro il Foggia e giocando in totale 5 volte con 2 reti ed un assist all’attivo. Da quest’anno fa parte regolarmente della rosa di Menichini. Al momento ha collezionato 14 apparizioni senza ancora trovare la via del gol.

CARATTERISTICHE – Zilli è solitamente utilizzato come punta centrale, capace di adoperare la sua fisicità a servizio della squadra. Il giovane è molto intelligente tatticamente e sa giocare molto bene spalle alla porta per dialogare con i compagni ed aprire spazi nelle difese avversarie. La sua altezza viene sfruttata nei duelli aerei, dove quasi sempre Massimo arriva per primo.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy