Ventura e la Lazio, una sfida infinita

© foto www.imagephotoagency.it

Quando la Lazio incontra Giampiero Ventura è sempre una sfida particolare. Tanti gli intrecci tra il tecnico ligure e la compagine capitolina. Tutto inizia il 25 ottobre del 2009: la Lazio allenata da Davide Ballardini affronta i Galletti di Ventura. I biancocelesti arrivavano da una serie di risultati negativi, mentre il Bari sorprendeva tutti con un grande calcio. Al San Nicola, andò in scena una partita a senso unico, una vera e propria umiliazione per gli uomini di Ballardini, che furono sconfitti 2-0 con le reti di Meggiorini e Barreto, oggi entrambi al Torino, insieme a Gillet, Salvatore Masiello e Gazzi. Quel pomeriggio la Lazio giocò una della partite più brutte della sua storia. Ma era solo l’inizio e cinque mesi dopo all’Olimpico si verificherà l’immaginabile. I biancocelesti navigavano in cattive acque e a sorpresa lottavano per non retrocedere. Intanto sulla panchina capitolina non c’era più Ballardini, ma il “salvatore” Edy Reja. In palio tre punti fondamentali per entrambe le squadre: il Bari voleva l’Europa, la Lazio la salvezza. Chi lo avrebbe mai detto? Ma anche quello fu un pomeriggio maledetto per i tifosi laziali. I biancocelesti dopo aver giocato un buon primo tempo e sprecato tante occasioni, nella ripresa subiscono il gol al 6′ firmato da Sergio Almiron, poi ci pensa Alvarez al 19′ a chiudere i conti. Il rigore sbagliato da Kolarov al 32′ ha il sapore di una vera e propria condanna. Infatti, dopo il match contro i “ragazzi” di Venutura, la Lazio retrocede al terzultimo posto in classifica, che significa Serie B. Alla fine, nonostante le tante difficoltà, escono fuori i veri valori dei capitolini e con un Reja in più i biancocelesti centrano una sofferta salvezza.

Nella stagione successiva, il 17 ottobre 2010, la Lazio torna al San Nicola. Questa volta però ridono i “ragazzi” di Reja che battono 2-0 i biancorossi, grazie ai gol di Floccari ed Hernanes. Nella gara di ritorno allo stadio Olimpico (20 febbraio 2011), arrivano ancora i tre punti. La Lazio vince 1-0 (gol di Hernanes) e il Bari di Ventura si piazza all’ultimo posto in classifica. A fine stagione retrocederà in Serie B. Dopo un anno e mezzo Ventura e la Lazio si incrociano ancora. Oggi però il tecnico ligure allena il Torino e sulla panchina biancoceleste c’è Vladimir Petkovic. Il 31 ottobre 2012 i granata pareggiano 1-1 all’Olimpico (gol di Glik e Mauri) e i capitolini mancano l’aggancio alla Juventus. Ancora una “beffa” firmata Giampiero Ventura. Stasera andrà in scena l’ennesimo duello Lazio-Ventura, ma non ci saranno Hernanes (squalificato) e Floccari (infortunato), due bestie nere per l’ex allenatore del Bari. Mentre ancora una volta i biancocelesti si troveranno di fronte Gillet, Salvatore Masiello, Gazzi, Meggiorini e Barreto. Nomi che non evocano bei ricordi dalle parti di Formello… 

Articolo precedente
Cana avverte la Lazio: “Il Fenerbahce è la squadra più forte della Turchia”
Prossimo articolo
Tanta neve su Torino, ma si gioca. Rinviata Samp-Inter