Pippo Inzaghi: «La Lazio merita la Champions, Simone è uno dei migliori in Europa»

pippo Inzaghi
© foto Twitter @OfficialSSLazio

Simone e Pippo Inzaghi stanno vivendo un momento decisivo del campionato: da una parte c’è la Champions League da centrare, dall’altra la Serie A da conquistare

Simone Inzaghi è uscito da tempo dall’ombra del fratello Pippo, la sua carriera da allenatore splende di luce propria e continua a strappare applausi. L’ex bomber rossonero – in cerca della Serie A, alla guida del Venezia – non può che elogiare l’importante percorso intrapreso sino ad ora e, durante la trasmissione Tiki Taka, lo fa così: «Mi aspettavo che Simone facesse questo grande campionato. In Italia con i giovani non si è molto pazienti, si dice subito che non hanno esperienza, lui aveva un trascorso importante alla Lazio da giocatore e anche da allenatore delle giovanili aveva fatto molto bene. È bello vederlo diventare così bravo ed esperto, sa farsi voler bene da tutti e quest’anno comunque andrà a finire ha portato la Lazio a sfiorare la semifinale di Europa League, la finale di Coppa Italia è scappata al quindicesimo rigore. Tenere testa all’Inter e alla Roma fino all’ultima giornata quando nessuno dava i biancocelesti tra le prime quattro penso che sia qualcosa di straordinario. Gli auguro di andare in Champions perché se lo meriterebbero».

LAVORO E FUTURO – «Cerco di carpire i segreti di Simone visto che è uno dei migliori tecnici del panorama europeo. Da uno come lui si può soltanto imparare, infatti spesso ci confrontiamo, lo ascolto, ci diamo dei suggerimenti visto che adottiamo lo stesso schema di gioco. È impegnato a organizzare il suo matrimonio che sarà il 2 giugno e non credo abbia preso altri impegni. Io probabilmente avrò i playoff e, pur essendo il testimone, non so se potrò andarci. Sarebbe una beffa per me».

Articolo precedente
calciomercato lazioLuis Alberto non molla: «Lotterò fino alla fine! Obiettivo Inter…» – FOTO
Prossimo articolo
romagnoliCorsa Champions, Romagnoli: «Spero che la Lazio conquisti il quarto posto!»