Lulic, jolly della Lazio e numeri da top player

© foto www.imagephotoagency.it

Senad Lulic è un’arma in più della Lazio e contro l’Udinese non sarà nemmeno distratto dal derby imminente

Partire forte e passare in vantaggio nel primo tempo, poi gestire la partita nella ripresa. Proverà a fare questo la Lazio domenica pomeriggio contro l’Udinese. Non ha però di questi problemi Senad Lulic che, squalificato contro la Roma, domani non dovrà fare calcoli. Il derby di mercoledì, colui che ha risolto quello più importante della storia, sarà costretto a guardarlo da spettatore. Un assenza pesante per i biancocelesti, perchè come dimostrano i numeri riportati dal Corriere dello Sport, il bosniaco non si risparmia mai: il jolly di mister Inzaghi, ormai vero leader in campo, ha richiamato il gruppo nel momento in cui c’era stato un calo di tensione generale e serviva una scossa.

RE DEGLI ASSIST – L’eroe del 26 maggio sarà impiegato da mezz’ala del centrocampo a tre. La duttilità è il suo forte, una dote che ogni allenatore gli stima moltissimo. Occuperà ovviamente la fascia sinistra, sempre con una propensione naturale al sacrificio, all’essere costantemente in aiuto dei compagni. E non è certo un eufemismo: in casa dell’Empoli, una settimana fa, Lulic è stato autore di una prova straordinaria che lo ha portato a quota 52 nei passaggi totali che hanno mandato un compagno al tiro. Numeri da primi della classe, in Serie A hanno fatto infatti meglio solo il Papu Gomez (64 volte ha suggerito il tiro ad un compagno dell’Atalanta) e Marek Hamsik (55 volte).

I NUMERI – Ventiquattro partite in stagione, 2 gol e 6 assist per Lulic. Il bosniaco sta attraversando un buon periodo di forma: i dati di sabato scorso al Castellani lo hanno piazzato come migliore in campo in quanto a dribbling riusciti (7 su 8, 4 in più rispetto al meglio della Lazio) e a passaggi offensivi (sono stati 37, 10 in più rispetto a tutti gli altri in campo). Inzaghi, insomma, sa bene che può e deve contare su Lulic, stavolta, poi, sarà tutto ancora più semplice: per pensare alla Roma e al nuovo derby ci sarà tempo, mercoledì c’è il turno di squalifica da scontare, l’Udinese è al momento il solo e unico obiettivo di Lulic.

Articolo precedente
primaveraPrimavera – Battere il Brescia per scrivere la storia
Prossimo articolo
keitaIl Milan non molla Keita: nuova offensiva a giugno