Diakitè, proposta la rescissione del contratto

© foto www.imagephotoagency.it

La storia tra la Lazio è Diakitè può considerarsi già chiusa da tempo, da quando il giocatore ha rifiutato l’ultima proposta di rinnovo contrattuale di Lotito (830.000€ per cinque stagioni ndr) chiudendo così ogni spiraglio alla possibilità di vederlo in biancoceleste anche iin futuro. Stando a quanto riporta il Corriere dello Sport, l’addio tra la Lazio e il difensore però potrebbe consumarsi anche prima di giugno, mese in cui Diaki andrà in scadenza, perché la società gli avrebbe proposto una risoluzione anticipata del contratto. La risposta del francese è attesa all’inizio della prossima settimana.

In tutta questa vicenda emergono due questioni su tutte: la prima è che Diakitè ha privilegiato l’aspetto economico (più di 4 milioni in cinque anni), anteponendolo alla squadra che l’ha scoperto e valorizzato; la seconda è che l’ostinazione di Lotito porta a considerare un giocatore in scadenza come se fosse un fantasma, escludendo totalmente la possibilità di utilizzarlo. Una cosa che negli altri club non avviene, basti pensare al caso di Campagnaro del Napoli, già d’accordo con l’Inter per giugno o a Montolivo nella scorsa stagione, quando promessosi al Milan, continuò a dare il suo apporto alla causa viola risultando decisivo per la salvezza della Fiorentina.

Articolo precedente
Lazio, due frecce per tornare a vincere
Prossimo articolo
Mazzarri vede in Floccari il pericolo numero uno