Lazio, Inzaghi si affida al talismano Milinkovic

bergonzini
© foto www.imagephotoagency.it

Numeri impressionanti per il ‘Sergente’ in questa stagione e quando segna lui…

Un finale di stagione complicato per Simone Inzaghi e la sua Lazio, sono solo due le gare che separano i biancocelesti dal traguardo a lungo inseguito in questa stagione. Eppure a Crotone, sfida cruciale, bisognerà fare a meno di Parolo, Luis Alberto e Ciro Immobile. Come riporta Il Messaggero però Inzaghi ha il suo asso nella manica che si chiama Milinkovic, saranno lui e Felipe a dover trascinare la Lazio verso la vittoria, o almeno un pareggio. Il sergente è un vero e proprio amuleto, quando segna lui non si perde mai e se solo due settimane fa la vittoria di Torino porta la sua firma domenica tanto di quello che succederà dipenderà anche da lui. In palio poi c’è anche un altro record: 11 sono i centri stagionali fino ad ora, come Luis Alberto che però non sarà presente, se dovesse andare in gol contro il Crotone raggiungerebbe Candreva che arrivò a quota 12 nel 2014, altri due e diventerebbe il centrocampista più prolifico di sempre.

Futuro – Fino al 20 maggio esisterà solo la Lazio e l’unico obiettivo sarà quello di raggiungere la Champions con i biancocelesti. In estate poi si deciderà per il suo futuro, all’estero lo danno già come un giocatore dello United ma l’unica cosa certa è che Lotito non lascerà andare il suo talismano per meno di 150 milioni. C’è tempo ancora per pensare al calciomercato, ci sono ancora due finali da giocare e Sergej è pronto a prendere ancora una volta per mano la sua Lazio per portarla alla vittoria.

Articolo precedente
Lazio-InterLazio-Inter, ‘no’ dei biancocelesti all’anticipo a sabato 19: ecco perchè
Prossimo articolo
LulicCrotone – Lazio, biancocelesti in allarme: recupera solo Radu