Intercettazioni, Cellino a Lotito: “Vuoi lo stadio nuovo? Ti dico come fare…”

© foto www.imagephotoagency.it

Nuovi guai in vista per Massimo Cellino. Il presidente del Cagliari, arrestato ieri mattina con le accuse di peculato e falso ideologico nell’ambito della costruzione dello stadio Is Arenas di Quartu Sant’Elena, il nuovo impianto della società rossoblù che fin qui non ha mai vissuto un momento di tranquillità, tra divieti e deroghe. L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport riporta il seguente stralcio dell’intercettazione carpita in una telefonata tra Cellino e il presidente della Lazio Claudio Lotito, datata 4 novembre 2012. “Stadi vuoti, la gente non viene più. Ve lo dicevo io, lo ricordi Sky… – sostiene Cellino nell’intercettazione – Se tu vuoi inc**arti i tuoi colleghi, stai zitto e fai quello che ho fatto io. Claudio, se tu lo vuoi fare incominciamo a gennaio, alla prima di campionato prossimo hai lo stadio pronto. Te lo garantisco io anche perché ti faccio dare un‘autorizzazione di struttura amovibile, senza concessione, hai capito qual è il mio gioco? Non sono dovuto andare in concessione, ho avuto un’autorizzazione a montarlo, perché essendo tutto in acciaio e tecnicamente, teoricamente è amovibile, ma non lo è, Claudio, perché è un casino… In attesa di avere la concessione per lo stadio pseudo definitivo chiedo l’autorizzazione triennale di una struttura temporanea amovibile e non va in concessione, te la danno in 30 giorni e ti fai uno stadio così. E poi lo sai che il temporaneo in Italia è sempre definitivo, vero? Avremo lo stadio pieno perché la gente è vicina, si diverte di più, se ne sbattono i co****ni. Gli fai pagare 10-15 euro, Claudio, gli prendi altri 10 con i panini, la birra…”

Articolo precedente
Carmelo Imbriani non ce l’ha fatta
Prossimo articolo
La carica di Kozak: “Vogliamo due vittorie contro Siena e Borussia”