Giordano: «Sono preoccupato, Lazio in flessione. Cataldi? E’ una polemica verso…»

© foto www.imagephotoagency.it

Il parere di Bruno Giordano sul comportamento tenuto da Cataldi durante Genoa-Lazio e sul momento generale dei biancocelesti

L’esultanza di Danilo Cataldi durante Genoa-Lazio è stato il tema che ha tenuto banco nella giornata di ieri. Prima l’agente e poi il calciatore stesso hanno spiegato il significato di quel gesto che tanto ha indispettito i tifosi biancocelesti. A riguardo (sulle frequenze di RadioSei) si è espresso anche Bruno Giordano, ex attaccante della squadra capitolina: «Vanno capite alcune cose, compresa la contestazione dei tifosi rossoblu. E’ un ragazzo spontaneo, ci si aspettava un’esultanza minore, ma comunque non cattiva, non studiata. E’ un peccato veniale, se si racchiude soltanto a quello ci può stare. Non so se ci fosse stata polemica, magari nei riguardi di Inzaghi, ma non verso ambiente e tifosi».

LAZIO – Impossibile non chiedere un parere sulla squadra di Inzaghi ad un uomo che ha vestito oltre 200 volte la maglia con l’Aquila: «La Lazio ha dato coraggio ad una squadra ferita, ha dato loro la possibilità di entrare in partita. Anche in occasione della prima rete di Simeone la marcature è stata blanda e la gara è diventata alla pari. Si poteva vincere, ma anche perdere. Per fortuna anche le concorrenti non hanno fatto tanti punti. Siamo ancora al quarto posto, ma vedo una flessione in alcuni giocatori. La coppia centrale difensiva non sta facendo bene, ma in generale tutta la difesa non bene. Ho letto di una gara importante di Biglia, ma non sono d’accordo, ed è venuto meno anche Immobile. Nonostante questo la Lazio l’ha ripresa e questo dice molto della pochezza del Genoa. Ora ti devi giocare partite complicate dopo la gara con il Palermo. Il calendario di Milan e dell’Atalanta è migliore. Sarebbe grave pensare davvero ad un rilassamento, non è ancora stato fatto nulla».

Articolo precedente
lazioLazio, contro il Palermo prezzi ridotti per riempire l’Olimpico. Per il derby venduti… 
Prossimo articolo
Antonio Filippini: «E’ bello vedere una Lazio così. Col Palermo servirà…»