Emergenza attacco: Petkovic pensa a Keita? L’agente: “É il suo sogno…”

© foto www.imagephotoagency.it

É ormai emergenza infortuni in casa Lazio. Oltre al lungo-degente Ederson, Hernanes che ne avrà ancora per un mese e Brocchi (si parla di frattura al piede), é arrivata un’altra brutta notizia per Vladimir Petkovic: Klose dovrà star fermo due mesi per un problema al ginocchio. La situazione più delicata riguarda proprio il reparto avanzato: Rocchi é stato ceduto all’Inter, Zarate é ormai un separato in casa. Restano Floccari, Kozak e il baby-Rozzi. Troppo poco per una squadra in lotta su tre fronti. Una soluzione “di casa” ci sarebbe, ed é anche parecchio intrigante: portare in prima squadra il baby-fenomeno Keita Balde Diao, stella della Lazio primavera di Bollini. L’idea di Petkovic era quella di portarlo questa estate in ritiro con la prima squadra, ma questa emergenza sta cambiando le carte in tavola. Keita é un una seconda punta, può giocare anche da esterno, ha dei numeri incredibili per essere un classe ’95. Tare stravede per lui, Petkovic lo sta tenendo sott’occhio da diversi mesi. Il salto in prima squadra é una possibilità concreta, come confermato dall’agente del calciatore, Nunzio Marchione, ai microfoni de lalaziosiamonoi.it: “E’ molto contento di giocare con continuità, le gambe stanno tornando a girare come vuole lui e piano piano l’amarezza dell’inattività si sta esaurendo. Se è pronto per il grande salto in serie A? Dipende da Petkovic, dalle sue esigenze in squadra. Ovvio che oggi la tegola Klose pesa molto. Il ragazzo scalpita ha voglia di campo, di calcio e di Lazio. Se l’allenatore riterrà di chiamarlo in prima squadra lui si farà trovare pronto, né sono certo. La grande forza di volontà di questo calciatore credo si misuri anche dalla professionalità con cui si è sempre allenato, anche quando non giocava per tutti i problemi legati ai documenti. Sono certo che non deluderà…”. Keita é uno dei migliori giovani nel panorama calcistico europeo, la Lazio se lo tiene stretto, potrebbe farlo esordire già in questa stagione: “Keita è un ragazzo che pensa positivo. Sa che ci sono tante partite da giocare tra campionato e finale di Coppa Italia – continua Marchione – Il suo sogno? Debuttare in prima squadra e vincere un trofeo con la Lazio”. Non male per avere 17 anni. E chissà che questo sogno non possa diventare realtà, fin da subito.

Articolo precedente
La lotta con l’alcool di Gascoigne continua negli Stati Uniti
Prossimo articolo
Prandelli con il dubbio Candreva-Diamanti…