Conferenza, Petkovic: “Serve più convinzione. Cambierò qualcosa rispetto a Udine”

© foto www.imagephotoagency.it

Stamani in conferenza stampa al centro sportivo di Formello è intervenuto il mister della Lazio Vladimir Petkovic, il quale ha parlato della partita di domani con il Parma e ha toccato svariati argomenti. Ecco le sue parole.

MOMENTO NEGATIVO – La malattia più grave visti i numeri è la mancanza di risultato ma i miei giocatori hanno carattere forte e dimostreranno di essere pronti. La mancanza di autostima può essere una cosa individuale e non collettiva, spero di non vedere più quanto accaduto nella ripresa a Udine. Mancano tante cose che dichiaravo pure temo fa, mancano spunti decisivi per entrare con più fiducia e continuità nella gara. Serve più convinzione, si deve dare di più di quello che diamo in casa di solito per tornare a fare punti in trasferta, dobbiamo continuare ad aver fiducia in questi grandi ragazzi e in questo saldo gruppo.” 

COPPA ITALIA – “Non trovo normale che non ci si possa accordare subito su questa data, si sapeva che il 26 maggio si giocava a Roma e che c’erano le elezioni amministrative. Tutto doveva essere preventivato, non c’entrano Lazio e Roma, i problemi sarebbero gli stessi in una finale tra Juventus e Milan. Certe cose vanno decise prima.”

I GIOCATORI – “Klose è cosciente che può e deve dare di più, è importante aspettarlo. Sono fiducioso, l’ho visto giocare in molte circostanze, è tranquillo e può esprimere i propri valori, questa squadra ha tanti attributi per tornare a vincere. L’importante adesso è rimanere positivi e fiduciosi e guardare a domani, tutto andrà bene. Il fatto che ritroviamo Konko e altri mi fa essere ancor più fiducioso ma devo valutare chi mettere in campo perché alcuni hanno degli acciacchi. Hernanes? Sta meglio, è acciaccato e non al 100%, ha dato tanto e dimostrato tanto e è molto orgoglioso.”

APPROCCIO ALLA GARASicuramente cambierò qualcosa rispetto alla trasferta di Udine, ma non voglio stravolgere la squadra, se penso però all’atteggiamento della ripresa al Friuli penso che si debba dare tutto per la maglia ed essere propositivi. In alcuni momenti ho sbagliato io, però quando si fa un errore bisogna sempre guardare avvanti e cercare di migliorare di giorno in giorno. Ognuno ha le sue cose da migliorare, io come tanti altri, mi rimprovero soprattutto di non aver preso i punti che meritavamo e volevamo.”

PARMA – “Vedendo il Parma dell’ultima partita posso dire che giocano un buon calcio, è un momento negativo anche per loro perché non reiscono a fare risultati e non riescono a sfruttare i loro punti positivi. Vedremo un Parma presente ed arrabbiato.”

FUTURO – “Adesso è importante pensare alle partite di campionato e non troppo al futuro, fissiamoci su oggi, quindi non potrei divri nulla sul calciomercato. Adesso dobbiamo pensare a tornre il prima possibile in forma ottimale.”

Articolo precedente
Calcio – business: Roma e Lazio rischiano di perdere un milione di euro
Prossimo articolo
Almeyda: “Ho il cuore biancoceleste. Cosa non darei per rigiocare un derby”