Biava: “Vogliamo riprenderci…”, ma come?

© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio vuole ripartire e provare a ripetere quanto fatto nel girone di andata, ma adesso è molto difficile vedendo il livello di forma dei capitolini. Eppure Biava ci crede: “Dopo gli schiaffi di Catania abbiamo infilato 16 risultati utili consecutivi, vogliamo riprovarci”. Solo il fatto che sia uscita una frase del genere dall’interno dello spogliatoio, fa ben sperare per il futuro biancoceleste. Ma come ci si può riuscire? La gara di Siena ha evidenziato come la squadra romana non supporti la coppia centrale di centrocampo formata da Gonzalez ed Hernanes, sia con una punta che con due, facendo anche notare come nella Serie A sia fondamentale la presenza di Ledesma davanti la difesa. Inoltre la difesa a tre non ha dato i risultati sperati, anche se a volte è stata utile alla causa: otto volte Petkovic ha schierato tre difensori con tre vittorie, tre pareggi e due sconfitte. Più che cambi di modulo, servono uomini freschi. Dias e Gonzalez appaiono giocatori stanchi, Ederson potrebbe essere la chiave giusta e forse domani verrà lanciato titolare.

Catania, Palermo, Chievo, Genoa, Siena: sono squadre i cui nomi non fanno paura ai più, ma alla Lazio sì. Gli uomini di Petkovic sono inciampati nelle squadre elencate, nonostante abbiano battuto Milan, Roma, Inter e Juventus. Biava aveva ammesso: «Sì, ne parliamo spesso con il mister» riferendosi all’approccio sbagliato a queste gare, ma da domani non si può sbagliare. Con il Borussia o dentro o fuori, una sconfitta eliminerebbe la Lazio dall’Europa League.  Gli uomini di Petkovic non falliranno.

Articolo precedente
In campionato è crisi: allarme in difesa…
Prossimo articolo
Konko, nessuna lite con i tifosi!