Ballotta: “Il calo della Lazio è dovuto alla rosa ristretta. A Parma sarà una gara particolare”

© foto www.imagephotoagency.it

“Parma e Lazio sarà sicuramente una gara molto particolare”. Con queste parole rilasciata a Parmalive.com, il doppio ex Marco Ballotta ha parlato del prossimo match di campionato tra le formazioni di Donadoni e Petkovic. “Per come erano partite ci si aspettava qualcosa di diverso da entrambe le squadre – ha continuato l’ex portiere – Il Parma arriva all’appuntamento dopo alcune uscite a vuoto e vorrà dare una soddisfazione al proprio pubblico mentre i biancocelesti si sono allontanati molto dalla zona Champions e credo che punteranno tutto sulla finale di Coppa Italia, anche se è una partita che sfugge a qualsiasi pronostico essendo un derby. Al Tardini credo che assisteremo a una gara spettacolare senza eccessivi tatticismi, a questo punto della stagione le due squadre non hanno nulla da perdere.

Io credo che la Lazio penserà più a recuperare gli infortunati in vista della finale di Coppa Italia, che è si fra un mese, ma i capitolini vorranno arrivare alla sfida nelle migliori condizioni possibili – ha proseguito – Suppongo che in queste gare farà giocare le seconde linee, per cercare anche di farli arrivare al ritmo partita e avendo così delle nuovi armi a disposizione. Il Parma è leggermente favorito anche se la Lazio ha delle individualità che possono decidere la gara. I giocatori che saranno decisivi? Dico Biabiany per il Parma ed Hernanes per la Lazio.

Sul calo vissuto dagli uomini di Petkovic, Ballotta imputa la causa principale alla ristrettezza della rosa. “Per quanto riguarda la Lazio credo che per gli obiettivi che si era prefissata non aveva a disposizione la giusta rosa che è un po’ ristretta. Ha lottato per gran parte della stagione su tre fronti, è uscita poche settimane fa dalla Europa League dopo aver giocato cinquanta partite, queste fatiche le paghi sia in termini di infortunati che di squalifiche. Quando ti iniziano a mancare giocatori del calibro di Klose ed Hernanes poi diventa tutto più difficile.

Articolo precedente
Parma, Valdes recupera in tempo per la Lazio
Prossimo articolo
ESCLUSIVA – Il ricordo di Emanuele Filippini: “Che emozione quel derby! La stagione della Lazio è positiva, ma…”