Almeyda: “Ho il cuore biancoceleste. Cosa non darei per rigiocare un derby”

© foto www.imagephotoagency.it

Matias Almeyda , doppio ex in vista del match di domani tra Lazio e Parma, ha rilasciato una lunga intervista al Messaggero parlando della sfida tra i due club e sul momento no della Lazio. “Non mi piace vedere la Lazio così, spero che domani mi facciano un bel regalo vincendo al Tardini. Non sono stato male a Parma, ricordo quella città perché è nata mia figlia e per quel gol meraviglioso che ho fatto con la maglia biancoceleste. Sono un tifoso laziale.”
Una Lazio che ha perso punti nel girone di ritorno: “Purtroppo ci sono stati tanti infortuni, ma credo sia questione di mentalità. Se fossi stato in campo nella partita di Istambul sarei impazzito, l’arbitro ci ha sicuramente messo del suo, la Lazio sarebbe arrivata in finale. Spero che questo rendi i giocatori ancora più arrabbiati per disputare al meglio il finale di stagione” La partita che tutti aspettano è il derby in finale di Coppa: “Non so cosa darei per giocarla, forse tutti i trofei che ho vinto. Io vivevo per il derby, i giocatori non sanno che fortuna che hanno se poi lo vinci sei immortale. Io ci sarò, anche se in tribuna”
Conosci bene Francesco Totti:Lo invidio, con lui tante battaglie. Due anni fa negli States ci siamo abbracciati, nonostante la rivalità c’è tanto rispetto”
Adesso sei allenatore in in Argentina del Banfield: “Sto bene, ma mi preparo per approdare in Europa, magari in Italia. Nella Lazio poi sarebbe un sogno di tutta una vita”

Articolo precedente
Conferenza, Petkovic: “Serve più convinzione. Cambierò qualcosa rispetto a Udine”
Prossimo articolo
Parma in campo con il 4-3-3: Belfodil in panchina