Uno dei tifosi tedeschi accoltellati a Roma: “Le parole di Lotito? Uno scherzo…”

© foto www.imagephotoagency.it

La partita di ritorno col Borussia non verrà ricordata solo per l’accesso agli ottavi di finale di Europa League, ma anche per i fastidiosi episodi di violenza accaduti qualche ora prima della partita, in particolar modo l’accoltellamento di tre tedeschi. Harald S. uno dei tre tifosi del Borussia accoltellati a Roma qualche ora prima della partita di Europa League contro la Lazio ha rilasciato la sua testimonianza al quotidiano Bild: “Sono stato preso a calci da dietro e poi attaccato con un coltello. I poliziotti erano a 50 metri. Il coltello mi ha colpito sotto il gluteo, ho sanguinato molto e sono dovuto esser ricoverato in ospedale”. Smentita dunque la dichiarazione secondo cui i tifosi vittima di lievi ferite avevano potuto addirittura assistere al match: Non ho visto la partita, sono dovuto rimanere in ospedale fino a Domenica. Solamente quando le mie condizioni sono migliorate dopo 14 ore, mi è stato permesso di riprendere il viaggio. Sono contento di essere tornato a casa. Gli idioti sono ovunque, le cure mediche sono stati eccellenti”. Infine sulle parole di Lotito ai media dopo la partita, nelle quali definiva gli accoltellamenti episodi di lieve importanza: Queste dichiarazioni devono essere per forza uno scherzo…”.

Articolo precedente
Hernanes, si lavora per il rinnovo…
Prossimo articolo
Stoccarda, parla l’ex Macheda: “Sogno di tornare alla Lazio ma prima voglio batterla”