Stangata Uefa, De Martino: “Stadio vietato ai tifosi? Lo sarà anche per i media”

© foto www.imagephotoagency.it

“Se non ci sarà la prese di posizione dei media nazionali sarà tenuta fuori anche la stampa dallo stadio. Se non entrano i miei tifosi, non entreranno neanche i giornalisti. Non ammette mezze misure il responsabile della comunicazione della Lazio, Stefano De Martino, riguardo ai duri provvedimenti della Uefa contro la società biancoceleste che costringeranno Floccari e compagni a giocare per due turni senza l’apporto (morale ed economico) della tifoseria. “Noi dobbiamo difendere la nostra gente – ha continuato De Martino ai microfoni di Lazio Style Radio – Non bisogna fare altre considerazioni. Dobbiamo lavorare tutti per difendere questo club. Basta con le cose dette e non dette, basta con l’atteggiamento dello scaricabarile. Non è giusto per la storia di questo club e per la sua gente. La Lazio non va lasciata sola: oggi c’è la necessità di andare a protezione della Lazio. Lo devono fare anche i mezzi di informazione, se non lo faranno sarà chiaro che la Lazio dà fastidio e allora io prenderò dei provvedimenti. Una presa di posizione abbastanza netta quella di De Martino, che arriva a proporre anche l’allontanamento della stampa oltre a quello dei tifosi: “Questo è il momento di dire basta e di stare insieme e pretendere dai mezzi di informazione la difesa della Lazio. Quando ci sono dei cori allo stadio, qualcuno si crea l’alibi e attacca la Lazio. Qualcuno si crea un alibi per poter dare un calcio alla Lazio. Questa è la cosa assurda. Adesso andiamo a vedere chi protegge la Lazio, quali media nazionali andranno a protezione. Se allo stadio non potrà venire la tifoseria della Lazio , allora tutti se la vedranno in tv.”

Articolo precedente
Formello – Petkovic prova ancora il 4-1-4-1 con Pereirinha e Cana. Si ferma Floccari
Prossimo articolo
Floccari si ferma in allenamento: prevista per domani la visita in Paideia