Inzaghi: «Non sono soddisfatto, in queste partite abbiamo l’obbligo di fare di più. E sul calendario…»

inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Al termine del match perso con la Juventus ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Simone Inzaghi

Il tecnico biancoceleste bacchetta la sua squadra: «Non si può essere soddisfatti, per determinate partite abbiamo l’obbligo di fare di più, abbiamo fatto due partite discrete, ma purtroppo con Napoli e Juventus non basta – spiega InzaghiAbbiamo sbagliato tanti passaggi, anche se stasera il tutto è stato sbloccato da un Eurogol di Pjanic. Milinkovic? Dobbiamo salire di condizione tutti quanti, è inutile parlare di un solo giocatore. Correa? Abbiamo bisogno di tutti, si sta integrando bene, spero che tutti possono salire di condizione, dopo la sosta giocheremo ogni tre giorni».

CALENDARIO COMPLESSO – Poi Inzaghi torna sul calendario: «Sinceramente non ci aspettavamo questo calendario, dopo che siamo arrivati quinti la scorsa stagione, ma purtroppo non siamo riusciti a fare di più, ma ripeto per Napoli e Juventus serve altro. Quest’anno abbiamo qualche soluzione in più, ma contro Juventus e Napoli non ti puoi permettere di abbassare mai la tensione, stasera abbiamo fatto 30 minuti buoni, poi il grande gol di Pjanic ha fatto cambiare la partita. Nel secondo tempo abbiamo fatto un buon possesso palla, ma abbiamo creato poco e in alcune partite bisogna fare di più. Se non ci fosse Acerbi? In questo momento avrei qualche problema, visto che abbiamo Luiz Felipe fuori e ci vorrà un mese. Due tiri in porta su due partite? Ci sono una serie di cause, a partire che giocavamo con Napoli e Juventus, lo scorso anno abbiamo creato tante occasioni in più di queste due partite. Forse cercavamo due impegni diversi per far salire la nostra condizione, ora partiamo con un handicap e con due giornate di ritardo. Per le prossime non avremo più Juventus e Napoli, ma come sapete in Italia tutte le partite vanno vinte». 

CONFERENZA – Dalla sala stampa dell’Allizan Stadium, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha risposto alle domande dei cronisti presenti.

Stai pensando di cambiare modulo?

«Il primo anno si è fatto bene alternando il modulo, il secondo anno abbiamo fatto due punti in più. Vanno bene entrambi. Si deve fare ancora meglio. Ci saranno delle valutazioni, ma la squadra deve credere di più in quello che fa. La partita è stata decisa da un eurogol di Pjanic. Indipendentemente da questo dobbiamo fare di più, altrimenti in queste partite non basta il compitino»

I giocatori fanno la differenza: Milinkovic e Luis Alberto?

«Devono salire di condizione, non dimenticandoci che abbiamo incontrato le prime due squadre del campionato. Nulla toglie che siamo stati bene in campo, ma giocando così contro Juve e Napoli perdi. L’episodio in queste partite potrebbe fare la differenza»

In estate hai visto segnali negativi?

«Bisogna alzare l’asticella, in determinate partite non basta. Non dobbiamo guardare quello che è stato, dobbiamo muovere la classifica prima della sosta. La squadra non è dispiaciuta, ma sappiamo che non può bastare quello che è stato fatto»

Meno cattiveria rispetto all’anno scorso?

«Napoli e Juventus non hanno fatto più di noi, ma hanno avuto più determinazione. Sono squadre che come noi lottano per la Champions e per questo dobbiamo fare molto di più»

Sul calendario e la condizione fisica…

«Guardando il calendario non sarebbe cambiato nulla. Sapevamo che altri avrebbero iniziato preparazione in ritardo. In più di 100 anni di storia non sono mai capitate Juventus e Napoli. Hanno grandissimi campioni e ci può stare di perdere gol dopo aver giocato 70 minuti alla pari»

LAZIO STYLE CHANNEL – Le parole di Inzaghi al canale ufficiale della Lazio. «Si poteva fare di più. Abbiamo affrontato una grande squadra che ha saputo sbloccare la partita. Si doveva e si poteva fare meglio. Sapevamo dell’inizio difficile. Cresceremo nelle condizioni, abbiamo una partita importante domenica dove abbiamo il bisogno e l’obbligo di fare punti. Badelj? Giocatore di esperienza, può fare tutto in mezzo al campo. Chiunque avrebbe trovato difficoltà nell’affrontare le prime due del campionato. Wallace? E’ un ragazzo disponibile che ha fatto del suo meglio. Sicuramente avrà spazio durante la stagione. Cosa mi è piaciuto?  Abbiamo fatto discrete cose, non dimentichiamo che giocavamo contro la Juventus. Abbiamo avuto un buon possesso. Nell’ultimo passaggio dovevamo fare meglio». 

Articolo precedente
AcerbiJuventus, Allegri: «Acerbi? E’ tra i difensori più forti d’Italia! Quando l’ho avuto al Milan…»
Prossimo articolo
lazioJuventus-Lazio, le pagelle dei quotidiani: super Wallace, deludono ancora Luis Alberto e Milinkovic