Milan, Balo out: Quale modulo nel saturday night match?

© foto www.imagephotoagency.it

L’assenza di Balotelli nella gara di domani sera al Meazza contro la Lazio, rimette in discussione alcune delle scelte tattiche di Allegri. Ogni domanda è legittima: 4-3-3 o altro? Un’analisi delle ultime due partite giocate dal Milan evidenzia come il modulo a tre punte sembra dare maggior compattezza alla squadra, che riesce ad occupare efficacemente ogni zona del campo. Così nel derby della Madonnina, Balotelli a svolgere un doppio ruolo di punta di movimento ed esterno d’attacco che si sacrifica ripiegando a centrocampo, Boateng sulla destra che si accentrava spesso ed El Shaarawy imprevedibile sulla sinistra rappresentavano i maggiori pericoli per l’Inter. Anche la metà campo milanista formata da Montolivo, Nocerino e Muntari funzionava bene specialmente nel primo tempo, dove si registravano molti palloni recuperati. In difesa prova sufficiente per Mexès e Zapata. Nella sfida sfida contro il Barça, l’indisponibiltà di Balo faceva presagire a tutt’altro risultato. A smentire il tutto ci pensava Allegri che riproponendo il 4-3-3 sfoderava una gara tatticamente perfetta. Puntuale nei raddoppi e ripiegamenti difensivi, la compagine rossonera riusciva a creare anche moltissime palle gol. La voglia di vincere, la velocità nella verticalizzazione e nel riorganizzarsi, consentiva al Milan di operare lanci profondi verso uno dei due esterni offensivi (El Shaarawy e Pazzini), sbilanciando in tal modo i blaugrana. Alla luce di ciò, il Milan potrebbe schierarsi con un 4-3-3 con Pazzini o Niang al posto di Balotelli, oppure con un modulo a rombo 4-3-2-1 con unica punta, utilizzato a inizio stagione. Considerato che quest’ultima scelta metterebbe in risalto i difetti di un centrocampo senza veri trequartisti, il Milan rischierebbe di dare eccessivo spazio al palleggio della Lazio, formazione più talentuosa in mediana che fa del lavoro di movimento e di sponda un’arma in più. Inoltre, vista l’importanza del match, ci preme  asserire che quasi sicuramente sarà un Milan a trazione anteriore.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Abbiati; Abate, Zapata, Yepes, De Sciglio; Muntari, Montolivo, Boateng; Niang, Pazzini, El Shaarawy. A disp: Amelia, Gabriel, Zaccardo, Salamon, Antonini, Constant, Ambrosini, Traorè, Nocerino, Bojan, Robinho.                          

Articolo precedente
Esclusiva, Lazio-Felipe Anderson: ancora tutto bloccato. Intanto il San Paolo prova a convincere Zarate…
Prossimo articolo
Roma, Marquinho: “Vogliamo terzo posto e derby in finale..”