“Memorial Simone Di Giacomo”, altre vecchie glorie biancocelesti in campo

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il Memorial dedicato a Giorgio Chinaglia, quest’oggi se n’è svolto un altro, stavolta in memoria di Simone Di Giacomo, ex portiere, morto il 26 Marzo scorso. Una partita giocata nel centro sportivo di Lariano, che ha visto presenti molte vecchie glorie biancocelesti: da Fiore a Siviglia, da Marcolin a Corradi, passando per Giannichedda, Marchegiani e Cesar. Gli stessi ex calciatori hanno rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Lazio Style Radio, il primo è stato Stefano Fiore: “Una bella occasione per ritrovarci e ritrovare vecchi amici che fa sempre piacere rivedere. Siamo in contatto, c’è un rapporto consolidato con Giuliano. Siamo grandi amici e ci frequentiamo anche fuori dal campo”. Si passa proprio a Giannichedda: “Oggi il mister è Cesar e c’è da preoccuparsi quindi (ride). Gioco in difesa? No, solo nei derby, oggi a centrocampo. Il derby? Speriamo sia uno spettacolo anche fuori dal campo”. Prende poi la parola Sebastiano Siviglia: “Torniamo a giocare a undici, era da tanto che non mi capitava. Un’iniziativa carina per ricordare Simone che ci ha lasciato prematuramente. Spero di fare una bella figura e lasciare un bell’esempio. Rimanendo a Roma ho avuto l’opportunità di rimanere in contatto con molti. Derby? Sarà una partita di altissimo livello. Un derby per un trofeo non è mai successo, sarà un’emozione grandissima, una stracittadina già di per sé è di grandissimo livello, in più c’è anche il trofeo e quindi sarà una grande emozione. Nel mio cuore spero che la Lazio possa uscire vincente, spero però di arrivare prima a centrare l’Europa e poi ad alzare la Coppa Italia”. E’ il turno di Marchegiani, portiere del secondo scudetto della Lazio: “Un’occasione importante per noi “vecchietti”. Non so se sono in grado di fare una prestazione decorosa, ma Cesar ci ha coinvolto e faremo il possibile”. Ecco infine le parole di mister Cesar: “Organizzati? Ci ho provato. Sarà divertente, giocheremo a rombo in questa partita. Chiamare qualche mio giocatore degli allievi? Domani ho il derby, mica mi ammazzo da solo”.

Articolo precedente
Lazio, pronta la rivoluzione: dal mercato in entrata a quello in uscita, ecco la situazione in casa biancoceleste
Prossimo articolo
Dott. Bianchini: “Cana sta meglio, Lulic a pieno regime dalla prossima settimana”