Le PAGELLE di Lazio-Fiorentina: Ciro ancora decisivo, male Milinkovic. Disastro Wallace

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lazio-Fiorentina: ecco i voti ottenuti dai biancocelesti nella sfida di quest’oggi contro i viola

Pagelle Lazio-Fiorentina / Dopo due k.o la Lazio torna a vincere con una prova di orgoglio e cuore. A deciderla è Ciro Immobile con una rete nel primo tempo. Tre punti importanti per la classifica e per il morale di tutto l’ambiente (CLICCA QUI per la diretta). Di seguito le pagelle del match di Lazionews24. 

Strakosha 6 – Normale amministrazione, l’unico pericolo è quando Wallace regala palla a  Benassi che da pochi metri sbaglia il tiro. Per il resto tutto bene, anche nelle uscite.

Wallace 4,5 – Pomeriggio tormentato per il brasiliano, prestazione sotto la sufficienza per lui. Nel primo tempo sbaglia il retropassaggio per Strakosha e per poco Benassi non segnava. Soffre continuamente le ripartenza di Chiesa, Inzaghi giustamente a inizio ripresa lo richiama in panchina. Dal ’52 Luiz Felipe 6 – Meglio rispetto al suo compagno di squadra, prova a tenere a bada le giocate di Chiesa.

Acerbi 6 – Copre bene la sua zona di campo, concede poco spazio a Simeone che si vede raramente sotto porta.

Radu 6,5 – Autore dell’assist nell’occasione del vantaggio della Lazio, è bravo a contenere le giocate di Pjaca e di tutta la Fiorentina. Nel secondo tempo, chiude su Chiesa con una diagonale perfetta.

Marusic 5,5 – Richiamato da Inzaghi dopo dieci minuti dall’inizio del match, anche lui non riesce a contenere Chiesa che su quella fascia è indomabile. Meglio in fase offensiva con qualche buona ripartenza.

Leiva 6 – Lavora e corre tanto. Si sacrifica lì in mezzo al campo, colpito da Lafont nel primo tempo si riprende e gioca una gara sufficiente.

Milinkovic 5 – Da lui, tutti, si aspettavano di più. Inizia bene la partita con una buona progressione offensiva ma cala con l’andare avanti dei minuti. Non è ancora al 100% sia fisicamente che mentalmente, la pausa potrà servirgli per recuperare la condizione.

Parolo 6 – Dopo quarantacinque secondi ci prova subito di sinistro con un bel tiro che termina sul fondo. E’ l’unico dei centrocampisti che a più riprese si inserisce in avanti e cerca il gol. Nel secondo tempo si vede poco dedicandosi più alla fase difensiva.

Lulic 6,5 – La fascia sinistra è casa sua, tanta corsa e buoni cross. Qualità ed esperienza al servizio dei suoi compagni, mette in grande difficoltà gli avversari.

Caicedo 6 – Lotta come un guerriero, in due occasione è solo davanti al portiere ma in entrambe è in fuorigioco. Quando Inzaghi lo sostituisce giustamente il pubblico gli regala molti applausi. Dal ’52 Correa 6,5 – Entra bene in partita creando qualche problema alla retroguardia avversaria, conquista spesso palla e si fa apprezzare da tutta la squadra. Ammonito per simulazione, è una risorsa importante per Inzaghi che, a gara in corsa, può usufruire della sua qualità.

Immobile 7 – L’uomo in più di questa squadra, si fa trovare nel posto giusto al momento giusto e con una zampata trafigge Lafont. La Fiorentina era l’unica squadra a cui non aveva ancora segnato. Quest’oggi ha sfatato anche questo tabù, regalando tre punti importanti alla Lazio. Dal ’82 Berisha S.V. 

Articolo precedente
LulicLulic: «Oggi abbiamo visto la Lazio che corre e lotta, così ce la giochiamo con tutti»
Prossimo articolo
Immobile: «Sono felice per il gol. Abbiamo lavorato tanto per avere questa classifica…» – VIDEO