Lazio – Pescara, le probabili formazioni

© foto www.imagephotoagency.it

LAZIO – Nessun cambiamento sostanziale per la formazione di Petkovic, nonostante le diffide per Konko, Lulic ed Hernanes che incombono prima del big match di sabato prossimo contro il Milan a San Siro. Solito 4-1-4-1 quello scelto dal tecnico croato, che tanto somiglia a quello visto giovedì contro il Borussia: davanti a Marchetti rientrerà Dias dopo aver scontato la squalifica in Europa League. Con Radu e Konko sugli esterni, a fare coppia con il centrale brasiliano toccherà ad uno tra Cana, autore di una prestazione positiva giovedì scorso, e Biava, sempre impiegato da Petkovic e forse bisognoso di un turno di riposo. Ledesma orchestrerà il gioco davanti alla difesa e dietro alla linea a quattro formata da Candreva, Gonzalez, Hernanes ed uno fra Lulic ed Ederson. Attenzione però ad Onazi, che potrebbe insidiare Gonzalez per il posto da titolare.  Floccari unica punta con Saha in panchina pronto a gettarsi nella mischia.

PESCARA – Pochi dubbi per Bergodi nel reparto arretrato davanti a Perin, con l’unico ballottaggio tra Capuano e Bianchi Arce oltre ai confermati Balzano, Cosic, Bocchetti e Zauri. Qualche indecisione in attacco, con Abbruscato favorito su Caraglio al fianco di Celik, e a centrocampo, con un acciaccato D’Agostino che verrà monitorato fino all’ultimo dallo staff medico abruzzese.

LAZIO (4-1-4-1): Marchetti; Konko, Cana, Dias, Radu; Candreva, Gonzalez, Ledesma, Hernanes, Lulic; Floccari. A disposizione: Bizzarri, Strakosha, Biava, Pereirinha, Onazi, Ederson, Kozak, Saha. Allenatore: Vladimir Petkovic.

Indisponibili: Stankevicius, Rozzi, Klose, Brocchi, Mauri. Squalificati: Ciani. Diffidati: Konko, Lulic, Hernanes.

PESCARA (5-3-2): Perin; Balzano, Cosic, Bocchetti, Capuano, Zauri; Rizzo, Cascione, Bjarnason; Abbruscato, Celik. A disposizione: Pelizzoli, Bianchi Arce, D’Agostino, Modesto, Caprari, Sculli, Caraglio, Vukusic. Allenatore: Cristiano Bergodi.

Indisponibili: Quintero, Togni, Sforzini. Squalificati: Zanon, Blasi, Weiss. Diffidati: Quintero, Celik.

Arbitro: Romeo (Sezione di Verona)

Articolo precedente
ESCLUSIVA – Perea era ad un passo dall’Udinese, anzi di più: i sei osservatori di Pozzo e il sorpasso della Lazio, ecco come è andata
Prossimo articolo
Hernanes, un’occasione da non perdere