Lazio, dopo Napoli arriva la Juventus: da dove ripartire?

Lazio-Juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Già da domani la squadra di Inzaghi scenderà in campo per iniziare a preparare il match contro la Juventus

La sconfitta di Napoli brucia, per la modalità, perchè forse qualcosa di più si poteva fare, per l’espulsione ingiusta di Acerbi quando i biancocelesti avevano alzato la testa e trovato grazie al gol di Immobile la rete che aveva riaperto la partita. Non c’è tempo però per piangersi addosso, domenica per la Lazio c’è un’altra chance di dimostrare la sua non-sudditanza contro le big e il compito è di quelli ardui soprattutto per le defezioni che derivano dalla gara di ieri. La difesa, non proprio il punto forte dei biancocelesti, è da rimaneggiare vista l’assenza di Acerbi e molto probabilmente di Luiz Felipe. Da cosa ripartire? Con molta probabilità bisognerà ripartire da quanto di buono è stato fatto nel secondo tempo del San Paolo: dentro Correa dal primo minuto e una Lazio si più spregiudicata ma anche più efficace e con più qualità con un giocatore come l’argentino in grado di attaccare gli spazi. Ripartire da Milinkovic autore ieri di una buona gara e troppo importante in mezzo al campo soprattutto nell’impostazione del gioco. Ritrovare la forma di Leiva che ieri ha commesso errori a cui non ci ha mai abituato e che sappiamo saper fare nettamente meglio di così. Ripartire da Ciro Immobile che anche ieri la determinazione l’ha messa tutta in quella rete. L’imperativo è ripartire e subito, il treno Champions passa una sola volta.

Articolo precedente
susoSerie A, il Milan sbanca Marassi e sale al quarto posto. Lazio sesta
Prossimo articolo
AcerbiLazio-Juventus, i tifosi chiamano Acerbi in Curva: la risposta – FOTO