Connettiti con noi

Editoriale

Italia, il Belgio prova di maturità. CR7, un anno di gol senza gloria

Pubblicato

su

La sfida tra Belgio e Portogallo ha designato i Diavoli Rossi come avversari dell’Italia e certificato una stagione senza gloria per CR7

Sarà dunque Italia Belgio il quarto di finale degli Europei che ci vedrà palpitare venerdì sera all’Allianz Arena di Monaco di Baviera. L’ottavo più atteso nella parte alta del tabellone premia gli uomini di Roberto Martinez, detronizzando in anticipo i campioni uscenti.

Il Portogallo si è incagliato nella serata senza squilli di Cristiano Ronaldo, ma soprattutto negli errori di Diogo Jota, al netto di quel pizzico di sfortuna in occasione del palo colto da Guerreiro. Per CR7 l’ennesima delusione di una stagione che lo ha visto segnare ancora una volta a raffica, ma senza la ricompensa di un trofeo “pesante” da sollevare al cielo.

Les Diables Rouges superano il primo ostacolo di una trafila che si annuncia tremenda, con gli Azzurri prossimo e ultimo step nel cammino verso Wembley. Una sfida che per Chiellini e compagni ha tutto l’aria di un esame di maturità, dopo un girone passato in scioltezza e le insospettabili fatiche contro l’Austria.

Oltretutto con la possibilità piuttosto concreta che il Belgio debba rinunciare a due pezzi da novanta come De Bruyne ed Eden Hazard. Il fuoriclasse del City ha una caviglia malconcia dopo il trattamento speciale di Palhinha, il talento ritrovato del Madrid dovrà tentare un recupero altrettanto miracoloso dopo il problema muscolare sofferto.

Se il successo di Lukaku e soci non può essere considerato una sorpresa, la caduta dell’Olanda invece era certamente meno preventivabile. Ma in un certo senso, nell’editoriale di un paio di giorni fa vi avevamo anticipato che il destino lineare di Euro 2020 avrebbe prima o poi inaugurato strade alternative.  E infatti il pasticcio di De Ligt ha stravolto i piani Oranje, da quel momento surclassati da una Repubblica Ceca che ora incrocerà le lame con la Danimarca.

Advertisement