ESCLUSIVA – Perea era ad un passo dall’Udinese, anzi di più: i sei osservatori di Pozzo e il sorpasso della Lazio, ecco come è andata

© foto www.imagephotoagency.it

E’ ufficiale da circa due settimane, ma l’affare era ormai concluso da inizio mese: Brayan Perea sarà un calciatore della Lazio a partire dal prossimo 15 luglio. Lo stesso Deportivo Calì, proprietario del suo cartellino, ha ufficializzato la cessione per una cifra intorno ai 2 milioni di euro. E pensare che l’Udinese era stata vicinissima alla punta colombiana, prima ancora dei biancocelesti. Secondo alcune indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione direttamente in Colombia, il presidente dei friulani Pozzo aveva inviato, tra il 2012 e gennaio 2013, sei osservatori per visionare da vicino il classe ’93. Tre di loro avevano dato un responso positivo su di lui, mentre gli altri tre avevano sconsigliato di acquistarlo alle cifre richieste dal club di appartenenza. Il patron bianconero era però riuscito ad ottenere una sorta di prelazione e successivamente decise di muoversi concretamente; così avanzò un’offerta di circa 2 milioni, ma soltanto dopo la conclusione del Sudamericano sub 20 a cui il ventenne attaccante ha partecipato con la sua nazionale. Ad Udine non aspettavano altro che l’ok del Calì, salvo poi scoprire che Lotito e Tare erano stati più lesti, chiudendo l’operazione tra fine gennaio e i primissimi giorni di questo mese. Se poi Perea rappresenterà un rimpianto di Pozzo e dell’Udinese sarà solo il campo a stabilirlo…

Articolo precedente
Petkovic vittima delle Iene, GUARDA IL VIDEO
Prossimo articolo
Lazio – Pescara, le probabili formazioni