Cataldi: «Stupendo sentire urlare il mio nome, questa è casa mia! Finalmente sono uscito dal tunnel» – VIDEO

© foto www.imagephotoagency.it

Danilo Cataldi, al termine di Lazio-Spal, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per commentare la vittoria

Alla sua prima da titolare in stagione, Danilo Cataldi si è reso protagonista di una prestazione davvero eccellente, coronata dal gol e dall’assist per Immobile. A qualche minuto dal triplice fischio dell’arbitro Guida, il centrocampista classe’94 è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: «Gol? Era un po’ che non prendevo la porta, ho provato ed è andata bene. Negli ultimi 20 minuti sono andato in sofferenza, non riuscivo a respirare bene a causa delmal di gola. Fortuntamente la partita è andata scemando, siamo riusciti a girare bene la palla. Se mi aspettavo questa performance? Non è stato facile, era una posizione molto particolare, quella da play. Ci sono tanti compiti che bisogna fare. Ho cercato di stare un po’ più in copertura. Abbiamo concesso poco o niente, anche il gol è stata una situazione particolare. Cosa serve per fare di più? Sono due gare complicate, serve attenzione perché il Marsiglia è una squadra forte, verrà qui con il coltello tra i denti. Noi dovremo essere bravi a gestire la partita e fargli male. L’ultima col Sassuolo dobbiamo continuare la striscia buona che stiamo facendo in campionato».


FAMIGLIA – «Cuore? Era per mia moglie che mi è sempre stata vicino, anche nei momenti difficili. Siamo cresciuti tanto lontano da casa. La mia famiglia mi segue ovunque. Festeggerò? Sì, devo ringraziare il mister perché cerco di metterlo in difficoltà quotidianamente durante gli allenamenti da luglio. Qui è casa mia. sono cresciuto qui e ci tengo particolarmente a far bene. Ringrazio compagni e staff che mi vogliono bene. Ringrazio tutti per la fiducia, e cerco di ripagarla quando il mister mi dà l’occasione. Lontananza? Non è facile, però fa parte del mestiere. Penso anche a chi viene dall’estero.Noi siamo sempre stati unafamiglia moltounita. E’ quello che mi hanno trasmesso da piccolo, e cerco di farlo insiemema mia moglie. Loro devono aiutarci, e loro fanno lo stesso con noi».

Le dichiarazioni di Danilo Cataldi in zona mista

«A livello personale sono molto contento, sono contento anche che siamo ripartiti facendo una buona prestazione. Cosa ho pensato dopo il gol? A tante cose, sicuramente tutta la fatica che ho fatto per mettere in difficoltà il mister, anzi lo ringrazio perché mi ha dato questo opportunità. Penso sicuramente a cose belle. La Curva che inneggia il mio nome? Adesso mi sento a casa, perché sono cresciuto qui, dopo il gol sentire il mio nome da tutti è una cosa stupenda, sono contento di essere uscito da questo tunnel che si era creato e mi è dispiaciuto tanto. Speriamo che questo sia un nuovo inizio. Momento della svolta? Questo non lo, ma sono cresciuto tanto sia a livello professionale che come uomo, anche perchè le esperienze, anche quelle negative, ti danno qualcosa in più».

Articolo precedente
curva nord lazio striscione buffonLazio, striscione della Curva Nord per salutare Buffon – FOTO
Prossimo articolo
Lazio luiz felipeGioia Lazio, Luiz Felipe elogia Wallace: «Complimenti, hai fatto una grande partita!»