Assurdo a Lecce, Dramè non paga una prostituta e la rapina

© foto www.imagephotoagency.it

Rapina e lesioni: questo è quello a cui dovrà rispondere il centrocampista del Lecce Ousmane Dramè dopo l’assurda vicenda di stanotte. Secondo quanto riportato dalla redazione online di “Repubblica” il calciatore ex Ascoli e Padova non si è solo rifiutato di pagare una prostituta dopo una prestazione sessuale, ma l’ha anche rapinata: il tutto è stato denunciato da un trans che ha visto quanto accaduto. Una volta raggiunto dalle Volanti delle Forze dell’ordine, il calciatore era agitato: aveva una mano graffiata e teneva con sè la borsetta della nigeriana. Si era offerto di pagarla con l’Iphone, non avendo contanti con sè, ma si è ripreso il telefono ed è scappato in bicicletta.

Il Lecce ha subito preso le distanze e ha dirmato il seguente comunicato ufficiale: «In merito alle notizie, riportate da alcuni organi di stampa e riguardanti, presumibilmente, il calciatore Ousmane Dramè, l’U.S. Lecce, se i fatti dovessere essere confermati, esprime la propria più ferma indignazione per quanto accaduto e annuncia l’esclusione del suddetto giocatore da tutte le attività della rosa, riservandosi di richiedere la risoulzione del contratto con procedura d’urgenza. L’U.S. Lecce valuterà, inoltre, la possiblità di intraprendere un’azione di risarcimento danni a tutela della propria immagine»

 

 

Articolo precedente
Lotito replica: “La Lazio non è in vendita. 80 milioni? Cifra ridicola…”
Prossimo articolo
Paideia: si allungano i tempi per Pereirinha, nulla di preoccupante per Hernanes