Caso Anna Frank, l’avv. Gentile: «Il 22 marzo un nuovo processo». Ecco cosa rischia la Lazio…

barriere olimpico
© foto www.imagephotoagency.it

Caso Anna Frank, in primo grado di giudizio è arrivata solo una multa per la Lazio. Il 22 marzo inizierà un nuovo processo e qualora il verdetto dovesse essere ribaltato…

Il 30 gennaio la Procura Federale, attraverso lo studio legale dell’avvocato della Lazio, Gian Michele Gentile, ha notificato il ricorso contro la sentenza del Tribunale Federale Nazionale che aveva punito la Lazio con l’ammenda di euro 50.000 per responsabilità oggettiva, in merito alla questione degli adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma, ritrovati in Curva Sud il 23 ottobre 2017 al termine del match contro il Cagliari. «Il dibattimento davanti il Tribunale Federale Nazionale si terrà il 22 marzo – spiega a Lazio Family Gentile, avvocato della Lazio –  Abbiamo depositato un’ulteriore memoria difensiva, il confronto avverrà sulla base delle carte a disposizione del collegio giudicante».

COSA RISCHIA LA LAZIO – Giuseppe Pecoraro, procuratore federale, aveva chiesto in primo grado, la chiusura dell’Olimpico per due turni di campionato. La richiesta era stata respinta. A marzo si procederà col secondo grado di giudizio. Qualora il verdetto presso il Tribunale Federale Nazionale, dovesse essere ribaltato, la Lazio rischia di giocare due gare a porte chiuse: Lazio-Benevento (31 marzo) e Lazio-Roma (15 aprile).  

COPPA ITALIA, ALLE 21 LA SEMIFINALE TRA LAZIO E MILAN: CLICCA QUI PER LEGGERE LE ULTIME SULLA FORMAZIONE DEI ROSSONERI

Articolo precedente
champions league calciomercato lazio felipe andersonLazio-Dinamo Kiev, diretta in chiaro su TV8
Prossimo articolo
mauricioUFFICIALE – Mauricio in prestito breve al Legia Varsavia