Lazio, premio Manlio Scopigno per Immobile e Murgia

Lazio-Genoa immobile
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, Immobile e Murgia hanno vinto il Premio Scopigno. La premiazione all’Auditorium Varrone di Rieti

AGGIORNAMENTO 19.50 – Tra i presenti anche Felice Pulici che si lascia andare ai ricordi: «Sono due anni che non compaio in pubblico ma non potevo mancare, ringrazio la città di Rieti e la famiglia Scopigno. Manlio ci allenò contro una squadra russa e decise di mettere insieme i migliori di Lazio e Roma, io ero il portiere. Manlio aveva la capacità che io ho rivisto solo in Maestrelli di saper gestire i giocatori al di là del calcio. Maestrelli la mattina ti guardava in faccia e sapeva se ti era successo qualcosa a casa. Più della capacità tecnica e tattica conta quella di saper trasferire ai giocatori la sua tranquillità e penso che bisogna ricominciare da questo. Gli ex giocatori devono andare nelle scuole a parlare con i giovani. La Lazio dello Scudetto? Era una squadra litigiosa, ognuno di noi voleva essere il più bravo: litigavamo molto in campo durante la settimana. La domenica però ci si compattava come una squadra unica. Non avevamo eguali. Quel tipo di atteggiamento che avevamo noi non lo aveva nessuno. Chinaglia era il nostro centravanti, il vero condottiero era Maestrelli».

Rieti, nell’affascinante Auditorium Varrone, va di scena l’edizione 2018 del Premio Manlio Scopigno. Per la Lazio sono stati premiati Ciro Immobile e Alessandro Murgia. Il primo, in virtù del titolo di capocannoniere dello scorso campionato con le 29 reti, ha vinto il premio come ‘Miglior giocatore di Serie A’. Per il centrocampista romano invece il ‘Premio Promessa Mantenuta’. Al galà ci sono anche altri ospiti per ritirare altri riconoscimenti: Felice Pulici, per il ‘Premio alla Carriera‘, Fabio Paratici come ‘Manager of the year 2018‘, Filippo Inzaghi come ‘Miglior Allenatore della Serie B‘, Roberto Samaden dell’Inter come ‘Miglior Direttore del Settore Giovanile‘.

IMMOBILE E L’INFORTUNIO AL DITO: CLICCA QUI

Articolo precedente
milinkovic immobile lazio MarsigliaLazio, i rinnovi di Immobile e Milinkovic fanno bene anche al bilancio
Prossimo articolo
Parma, D’Aversa: «Possiamo mettere in difficoltà la Lazio perchè…»