Lazio, bisogna battere il Milan per evitare uno storico record ‘al contrario’

Lazio-Milan
© foto www.imagephotoagency.it

Contro il Milan la Lazio dovrà evitare uno storico record negativo: i biancocelesti non hanno mai perso nel girone d’andata tutte e 5 le partite con le big

Alla ripresa del campionato, la Lazio dovrà vedersela con il Milan. Il match sarà di vitale importanza per l’armata capitolina che, finora, è uscita sconfitta da tutti i big match. Perdendo anche contro la squadra di Gattuso, però, verrebbe centrato uno storico record negativo. Nella sua storia la compagine capitolina non ha mai perso nel girone d’andata tutte e cinque le partite contro le big. Nonostante Napoli e Roma non siano state sempre grandi squadre, sono tuttavia storicamente le principali avversarie della Lazio.

PRECEDENTI – Due campionati fa – riporta il Corriere della Sera, a ‘salvare’ la Lazio ci aveva pensato il match contro il Napoli che, terminato 1-1, aveva regalato perlomeno un punto ai capitolini, reduci da pesanti sconfitte contro Juventus, Milan e poi Roma ed Inter. L’anno scorso ad Inzaghi è andata decisamente meglio, considerati i due successi contro ‘Diavoli’ e ‘Vecchia Signora’, ma lo score con le grandi rimane profondamente deficitario: 4 vittorie e 18 sconfitte in 26 partite, con una media punti di 0.61.

QUALCHE NUMERO INCORAGGIANTE – Analizzando meglio i precedenti, però, si nota che negli ultimi sette campionati è stata proprio quella rossonera la big ‘strapazzata’ più volte all’Olimpico. Quattro i successi totali: quello del 2012 firmato da Hernanes e Rocchi, come quello concluso 3-2 grazie alle reti dello stesso brasiliano, oltre che di Candreva e Klose. Infine la vittoria del 2015, in cui la Lazio riuscì a rimontare l’iniziale svantaggio firmato da Menez, ed il 4-1 dello scorso campionato, con tripletta di Immobile e sigillo di Luis Alberto. L’unico ko di questi ultimi anni è un 1-3 del 2015. Domenica all’Olimpico Lazio e Milan per il quarto posto, e molto di più.

Articolo precedente
LotitoLotito: «Badelj ha trovato un ambiente sereno. Alla Lazio mentalità familiare»
Prossimo articolo
luiz felipeLuiz Felipe ritrova il Milan: da scommessa a pilastro della Lazio, ora è sul taccuino di Mancini