LAZIALI IN PRESTITO – Si salva solo Berisha. Altro weekend da dimenticare per Germoni

germoni
© foto Facebook

Laziali in prestito, ecco come è andato il weekend dei 14 calciatori della Lazio mandati a fare esperienza in altri campionati

Ritorna la nostra rubrica settimanale sui laziali in prestito. Ai 14 calciatori già in giro per il mondo, potrebbero aggiungersi al più presto Vinicius, Morrison e Tounkara, considerando l’imminente chiusura della finestra del mercato invernale. Qui di seguito, il rendimento dei nostri aquilotti.

PORTIERI

Berisha (Atalanta) – Buona prestazione la sua, nel pari dei neroazzurri sul campo del Torino. Si rende protagonista con due ottime parate ma non può nulla sul colpo di testa di Iago Falque. – Voto 6,5

 

Guerrieri (Trapani) – Dall’avvento di Calori in panchina, gli viene ormai preferito Pigliacelli, protagonista tra l’altro di un’ottima prestazione nell’importante vittoria in chiave salvezza dei granata, ottenuta sul campo della Pro Vercelli per 3 a 1.

 

DIFENSORI

Mauricio (Spartak Mosca) – Causa gelo e maltempo, il campionato russo è ancora fermo e riprenderà soltanto il 4 Marzo. La capolista, attualmente prima a più cinque sullo Zenit di San Pietroburgo, sarà impegnata quel giorno sul difficile terreno della quarta forza del torneo, l’FC Krasnodar.

 

Elez (Rijeka) – La sorpresa del torneo dopo venti giornate si mantiene ancora saldamente al comando del campionato con 52 punti ( sei punti in più dell’inseguitrice Dinamo Zagabria). Le sfide riprenderanno il 17 Febbraio con l’anticipo NK Istra 1961 – NK Lokomotiva mentre la capolista, tornerà in campo due giorni dopo, sul difficilissimo campo dell’Osijek, attualmente sul terzo gradino del podio con 38 punti. Il fischio d’inizio, è fissato per le ore 15:00.

 

Filippini (Cesena) – Ancora indisponibile il giovane terzino aquilotto, assente nel pari casalingo tra Cesena ed Ascoli (il match si è concluso con il punteggio di 2 a 2).

 

Germoni (Ternana) – Le Fere vincono di misura contro il Cittadella ma ancora una volta Germoni incappa in un’altra giornataccia. Sbaglia una quantità considerevole di passaggi ed i veneti, dal suo lato, sfondano spesso e volentieri. Ad inizio ripresa, è troppo anche per il suo allenatore Gautieri, che lo sostituisce con Di Noia. Voto: 4

Felipe Ramos Marchi (Salernitana) – Nella sconfitta dei campani, maturata sul difficile campo del Verona (2 a 0 il risultato finale), l’ex tecnico della Primavera biancoceleste Bollini, gli preferisce ancora Bernardini e Tuia. Ennesima panchina dunque, per il giovane centrale brasiliano, classe 97’.

 

CENTROCAMPISTI

Oikonomidis (Aarhus) – Il campionato danese, è anch’esso fermo, come quello russo. Riaprirà i battenti il prossimo 17 Febbraio, giorno in cui si disputerà la ventiduesima giornata di campionato che vede saldamente al comando il Copenaghen con 53 punti, ben undici in più dei cugini del Brondby. Un primato tutto della Capitale insomma, mentre l’Aarhus occupa attualmente l’undicesima posizione con 23 punti, dunque ancora inzona calda. Prossimo impegno per loro, in casa con l’Aalborg (fischio di inizio fissato per le ore 16:00).
Crecco (Avellino) – Sparito ormai dai radar dei titolari, non lo si vede in campo neanche in occasione dell’ultimo pari interno dei lupi irpini contro la Virtus Entella (2 a 2 il punteggio conclusivo). Novellino ancora una volta, non gli fa disputare neanche un minuto di gara, preferendogli Omeonga e Paghera.

 

Ronaldo (Salernitana) – Nella sconfitta per 2 a 0 sul campo del Verona, il brasiliano gioca nel complesso una buona partita, sfiorando anche la rete del pari quando al 51’, salta con un doppio passo Fossati e lascia partire un tiro che si stampa sul palo. Poco dopo, viene ammonito per un fallo su Romulo e già diffidato, sarà costretto a saltare il match di sabato prossimo contro il Novara. – Voto: 5,5

 

Pollace (Racing Roma) – Il centrocampista biancoceleste, da poco approdato a pochi passi dalla Capitale, allo Racing Roma (compagine che milita nel girone A di Legapro), viene impiegato dall’ex centrocampista delle aquile Giannichedda, in alto a destra nel 3-5-2 utilizzato per opporsi senza successo ai colpi di un Renate superiore e che alla fine si impone per 2 a 0 tra le mura amiche. Prova mediocre per lui, che però non è sufficiente per arrivare al 6. – Voto: 5

 

ATTACCANTI

 

PEREA (Lugo) – Nel pari degli spagnoli sul campo del Zaragoza (al vantaggio dei padroni di casa firmato da Cani, risponde Vico per gli ospiti, al 90’), Perea non figura neanche nella lista dei convocati.

 

Palombi (Ternana) – Il giovane talento biancoceleste, resta in panchina nella vittoria contro il Cittadella. Gautieri preferisce Monachello e Faletti a lui ed all’uruguagio Avenatti.

 

Rozzi (Lupa Roma) – Scomparso ormai dal giro dei titolari già da un po’, il tecnico dei romani nonché ex attaccante di Reggina e Salernitana, David Di Michele, che gioca con un ariete centrale e due fantasisti che agiscono alle sue spalle, non pare più vedere l’ex promessa del vivaio aquilotto. Neanche un minuto per lui nella vittoria con cui la Lupa Roma liquida la Robur Siena per 2 a 0.

Pasquale De Falco

Articolo precedente
murgiaFormello – Milinkovic verso il forfait e Inzaghi prova il 4-3-3 con Murgia
Prossimo articolo
InzaghiInzaghi: «La partita con il Chievo è alle spalle. Biglia? Un esempio, ha reagito da capitano»