Immobile: «A Roma ho ricevuto tanto affetto. Non mi è mai piaciuto perdere…»

Immobile
© foto www.imagephotoagency.it

Ciro Immobile ha ripercorso la sua stagione ai microfoni di Sky Sport

Una stagione stratosferica per Ciro Immobile. L’attaccante biancoceleste è sempre più  capocannoniere della nostra Serie A e non ha nessuna intenzione di fermarsi. Ai microfoni di Sky Sport all’interno della trasmissione ‘Europa League preview’ è tornato a parlare del suo passato, con un occhio anche al presente: «In Germania sono partito bene, perché giocavo e riuscivo a segnare – esordisce Immobile – Poi la squadra ha cominciato ad andare male ed anche io ho avuto un calo. A quel punto sono voluto andare via e c’era il Siviglia come opportunità. Non ho mai avuto molte chance per mettermi in mostra e quando lo facevo anche bene, poi venivo sempre fatto fuori. È normale, nel calcio bisogna fare delle scelte e come le facciamo noi calciatori devono farle anche gli allenatori per decidere la formazione. Proprio per questo non ho mai protestato, ma ho soltanto chiesto alla società di andare via per poter tornare quello di prima. Lazio? Ho sempre dato il massimo dall’inizio e ho sempre ricevuto tanto affetto. Mi piace definirmi una persona umile, simpatica e molto socievole. Metto sempre tutto in campo per portare la squadra al massimo risultato. Non mi piace perdere, credo si veda anche da fuori ed è una cosa che mi porto dentro da quando sono piccolo». Poi sul grande gruppo di quest’anno: «Soprattutto quest’anno abbiamo raggiunto una grande unione di squadra. Passiamo molto tempo insieme tra ritiri di campionato, Coppa Italia ed Europa League. Forse ora sto più con la squadra che a casa (ride, ndr). È importante creare un bel amalgama, non sempre è semplice quando si è in uno spogliatoio di Serie A», ha concluso Immobile.

Articolo precedente
CataldiCataldi segna e non esulta, l’Olimpico però si divide…
Prossimo articolo
florenziRoma, Florenzi: «Lotteremo fino alla fine con Inter e Lazio»