Avv. Mignogna e Trane: «L’hashtag? Un successo incredibile!» – FOTO

scudetto 1915
© foto Lazio News 24

Gli avvocati Mignogna e Trane hanno fatto il punto della situazione sulla campagna virale con il lancio dell’hashtag

«#Scudetto1915LazioTricolore? E’ stato un successo incredibile», parola dell’avvocato Mignogna, intervervenuto sulle frequenze di Radiosei. Il legale promotore della rivendicazione per l’assegnazione dello Scudetto 1915 alla Lazio ha poi continuato: «Abbiamo deciso di lanciarlo proprio il 9 gennaio, con migliaia di condivisioni, persino in Sudamerica. L’hashtag è stato trending topic su Twitter il 9 e il 10 gennaio e vorrei ringraziare tutti i tifosi, gli addetti ai lavori e i siti che l’hanno condiviso. Continuiamo a tenere alta l’attenzione proprio ora che andiamo verso le elezioni federali del 29 gennaio: Tavecchio e Abodi la votla scorsa parlarono dello Scudetto del 1915 per la Lazio come di un qualcosa che non rappresenta una priorità. Invece dobbiamo affermare che l’Italia è uno Stadio di Diritto, in cui il merito e le prove vengono riconosciuti. Lotito Presidente Federale? Si asterrà nel prendere posizione, visto il ruolo che andrebbe a ricoprire. La nostra rivendicazione è stata supportata da tesi inconfutabili, da prove certe e la FIGC non dovrà far altro che acclarare quanto è già stato accertato».

TRANE – Ha poi continuato la discussione l’altro legale, l’avvocato Trane: «Bisogna comprendere che lo Scudetto 1915 non va considerato merce di scambio elettorale. Abbiamo inviato il tweet anche a Damiano Tommasi proprio per far capire come sia necessaria tenere atto della relazione dei Saggi, ormai definita da quasi due anni».

MOSTRA – Infine, ecco alcuni scatti della mostra organizzata al punto vendita CN12 situato in Via Salaria 200 (Monterotondo Scalo):

Articolo precedente
calciomercato lazio baselliTorino, Mazzarri blinda Baselli: perde quota il trasferimento alla Lazio
Prossimo articolo
lotito tecnologia sponsor stadio lazio lotitoFigc, Lotito: «Ho la maggioranza! Non mi sono candidato, mi hanno indicato…»