Primavera, Lazio sconfitta in rimonta dall’Atalanta: i capitolini sono in caduta libera verso l’oblio

© foto @Twitter

Lazio-Atalanta 1-3, match valido per la 24^ giornata del Campionato Primavera 1 TIM

Dopo la sosta torna la Primavera. I biancocelesti di Valter Bonacina sono stati di scena alle ore 11:00 contro l’ex squadra dell’attuale tecnico laziale: l’Atalanta. L’allenatore bergamasco vanta oltre 25 anni di Dea, tanto da esserne diventato una vera e propria bandiera. Per la sfida di questa mattina Bonacina ha optato per il 3-5-2: Rus tra i pali; difesa a tre con Jorge Silva, Baxevanos e l’esordiente Armini; centrocampo formato da Spizzichino, Bruno Jordão, MiceliCrecco – prestato da Inzaghi dopo quattro anni dall’ultima apparizione in Primavera – e Petro; in attacco troviamo il tandem Pedro Neto-Al Hassan. Il match del ‘Fersini‘ termina con una sconfitta. Lazio-Atalanta 1-3 [9′ Spizzichino (L), 16′ Colpani (A), 43′ Kulusevski (A), 72′ Peli (A)].

PRIMO TEMPO – I biancocelesti iniziano il match con aggressività, tanto da procurare al 5′ una punizione dal limite dell’area, fallo di Bruno Jordão. Al 9′ il carattere messo in campo dalla Lazio porta i suoi pregi, arriva infatti il gol dei capitolini con Spizzichino. Lazio-Atalanta 1-0. Al 15′ Jorge Silva mette giù ingenuamente Mallamo, prendendosi l’ammonizione e una punizione importante per l’Atalanta. Un minuto dopo Colpani non sbaglia, Rus riesce a toccare ma la sfera entra. Qualche responsabilità per il portiere romeno. Lazio-Atalanta 1-1. Al 22′ Baxevanos si divora un’occasione colossale: Pedro Neto riesce a servire il greco con una palla solo da spingere in rete, ma il difensore laziale la spara alto. Sei minuti dopo Zortea saltando colpisce con il gomito Petro che cade a terra, viene immediatamente chiamato lo staff medico; due minuti dopo rientra in campo senza problemi. Presenti in tribuna al ‘Fersini‘ anche Inzaghi con il suo vice Farris. Al 43′ arriva il vantaggio dei bergamaschi con Kulusevski. Lazio-Atalanta 1-2. La prima frazione si chiude al 45’+2′.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione inizia con un cambiamento per la squadra di casa: esce Petro ed al suo posto entra Bari. Latte Lath sta mettendo in difficoltà la retroguardia biancoceleste con le sue accelerazioni improvvise, Armini non riesce a contenerlo. Al 55′ il neo entrato Bari commette un brutto fallo su Elia, giallo per il centrocampista laziale. Un minuto dopo si fa vedere anche Crecco con un bel traversone diretto a Al Hassan, ma il portoghese non riesce a girarla in porta. Arriva la seconda sostituzione per la Lazio: esce proprio l’ex Sporting Lisbona per dare spazio a Lukaj. Al 68′ Pedro Neto è molto pericoloso con una punizione tagliata ma che purtroppo nessuno riesce a deviare verso la porta dell’Atalanta. Al 72′ arriva il terzo gol della Dea con Peli: contropiede letale dei bergamaschi, finalizzato dal neo entrato. Lazio-Atalanta 1-3. All’80’ Jordão si inserisce in area ma con l’esterno non riesce a dare forza al pallone, gli orobici riescono ad evitare la rete. La sfida del ‘Fersini‘ si chiude al 90’+3′, con la 14^ sconfitta stagionale per i biancocelesti.

 

Articolo precedente
calciomercato lazioCalciomercato Lazio, idea Gabbiadini ma l’ostacolo è il cartellino…
Prossimo articolo
Calciomercato lazio ozyakupCalciomercato, l’agente di Ozyakup: «Confermo l’interesse della Lazio ma…»