Paoli: «Questa sera la Lazio venderà cara la pelle! I biancocelesti hanno l’obbligo di puntare alla Champions…» – ESCLUSIVA

© foto @Facebook

ESCLUSIVA LN24 – E’ intervenuto in esclusiva ai microfoni di Lazionews24 Alessandro Paoli, giornalista sportivo ed opinionista televisivo

Il calciomercato è giunto al termine, da questa sera inizierà la nuova stagione calcistica della nostra Serie A. Tra poche ore si accenderanno i riflettori dell’Olimpico su Lazio-Napoli, big match del sabato sera. Per parlare del mercato biancoceleste e di molto altro, si è espresso ai nostri microfoni Alessandro Paoli, giornalista sportivo ed opinionista televisivo. Ecco le sue parole.

Il ‘big’ match di Serie A di questa sera vedrà la Lazio sfidare il Napoli all’Olimpico; Lulic e Leiva saranno squalificati, infatti al loro posto giocheranno Caceres e Badelj…

«La Lazio, a mio avviso, ha fatto un buon mercato. Gli arrivi di Acerbi, Badelj, Capanni, Correa, Durmisi e Proto, ma soprattutto la permanenza di Milinković-Savić, fanno presagire una stagione positiva per i biancocelesti. Il Napoli sarà un banco di prova importante, ma sono convinto che la formazione di Simone Inzaghi saprà farsi trovare pronta e venderà cara la pelle all’Olimpico».

Caicedo è rimasto in biancoceleste per cui non arriverà nessun altro attaccante per sostituirlo, ovvero il brasiliano Wesley del Brugge…

«Wesley poteva essere un’ottima alternativa a Caicedo. Il mercato, però, ci ha raccontato un’altra storia, e, chissà, che non possa essere uno snodo importante della carriera dell’attaccante ecuadoregno la permanenza in biancoceleste. Personalmente reputo l’ex Espanyol una valida alternativa in attacco per la Lazio».

Quest’anno l’obiettivo proclamato è l’accesso in Champions League; l’unico acquisto di livello superiore è Correa: l’argentino aggiunge alla squadra davvero tanta qualità…

«La Lazio ha l’obbligo di puntare alla Champions League anche in virtù di quanto accaduto nella passata stagione. Correa, in tal senso, è un acquisto che aumenta il tasso tecnico della squadra che, onestamente, è tra le più organizzate della Serie A grazie, soprattutto, al lavoro certosino di Simone Inzaghi».

Cristiano Ronaldo ha detto che non vede l’ora di giocare la prima allo Stadium contro la Lazio; a Villar Perosa è andato a segno, potrebbe farmi un pronostico sulla stagione del portoghese ?

«Cristiano Ronaldo, non me ne voglia Messi, è probabilmente il calciatore più forte in attività. Quando smetterà, speriamo il più tardi possibile, potrebbe essere considerato il calciatore più forte di tutti i tempi. La Serie A è un banco di prova affascinante, sia per noi che per lui, che, dopo aver dimostrato tutte le sue qualità in Premier League e Liga, vorrà farlo anche in Italia. Qualora non dovesse subire infortuni gravi nell’arco della stagione, e quindi disputare un elevato numero di partite, mi aspetto che demolisca diversi record della storia del nostro campionato. Ha troppo talento, fisico e determinazione per non aspettarci qualcosa di straordinario da lui», conclude Paoli.

Articolo precedente
milinkovicLazio, Milinkovic carica la squadra: «Siamo pronti!» – FOTO
Prossimo articolo
Spalletti InterInter, Spalletti: «Anti-Juve? Tra le cinque squadre in lotta Scudetto c’è anche la Lazio»