Luis Alberto: «Vi racconto la mia rinascita alla Lazio». E su Immobile…

luis alberto
© foto www.imagephotoagency.it

Luis Alberto ha rilasciato una lunga intervista in patria. L’ex Liverpool ha ripercorso i suoi ultimi mesi nella Capitale

E’ sicuramente l’uomo del momento in casa Lazio. Luis Alberto negli ultimi mesi sta deliziando i tifosi biancocelesti con giocate d’alta classe. Nell’ultima giornata contro il Sassuolo si è congedato con una splendida doppietta e ora non ha nessuna intenzione di fermarsi. Il terzino spagnolo in un’intervista rilasciata a Radio Marca ha svelato tutte le sue emozioni: «Abbiamo iniziato molto bene il campionato, speriamo di continuare così per il resto della stagione. É normale che iniziare l’anno con una vittoria in Supercoppa contro la Juventus ci ha dato fiducia in noi stessi. Sarà difficile competere per le prime due posizioni, i bianconeri e il Napoli stanno sopra a tutti ma noi possiamo giocarcela con chiunque. Per il momento sta funzionando tutto perfettamente, speriamo che quest’anno riusciamo a fare meglio dell’anno scorso centrando un posto Champions, proseguendo il cammino europeo e quello in Coppa Italia. La Juventus? Non credo che per loro sarà un’occasione per vendicarsi della Supercoppa. Sicuramente sarà una grande partita che non vedo l’ora di giocare, complicata ma sappiamo che possiamo batterli perché lo abbiamo già dimostrato. Dovremo cercare di metterli in difficoltà provando a giocare il nostro calcio, tenendo il pallone e sfruttando al massimo le occasioni che avremo. Dybala? Sappiamo che è un magnifico giocatore ma, per esempio in Supercoppa, soprattutto nel primo tempo, lo abbiamo controllato abbastanza bene. Dovremo ripetere il più possibile la gara fatta in Supercoppa, lottando nei primi venti minuti creando loro problemi e, quando possibile, spingersi in avanti». 

LA RINASCITA – «Per me, rispetto all’anno scorso, è cambiato tutto a 360 gradi – spiega Luis Alberto – Quello di cui avevo bisogno era prendere fiducia in me stesso e rendermi consapevole. Adesso sto vivendo un momento straordinario ed intendo continuare così, mantenendo questa fiducia per crescere, migliorare giorno dopo giorno e soprattutto per godermi ciò che più mi piace. Devo ringraziare chi mi è stato vicino, la mia famiglia che ha creduto sempre in me. Era ciò di cui avevo bisogno per concentrarmi. Ho ricevuto aiuto anche dal mental coach ed è cambiato il mio modo di pensare, la mia maturità, tutto. Non credevo potesse succedere, mi sentivo scoraggiato per qualsiasi cosa e invece era solo questione di lavoro e ritrovare fiducia. Per fortuna ho avuto vicino persone che mi ripetevano che ce la potevo fare e che dovevo insistere». Poi su Inzaghi: «É un allenatore che ti sta molto vicino, parla con tutti e mi ha aiutato a ritrovare la giusta fiducia dentro al campo».

EUROPA LEAGUE – «Non ci piace parlare degli obiettivi a lunga distanza, il nostro obiettivo per il momento è quello di passare il girone il prima possibile. Vogliamo competere su più fronti, non solo in campionato ma anche in Coppa Italia e in Europa. Vedremo poi cosa succederà, sicuramente ce la giocheremo dando il massimo. Avremo due partite contro il Nizza e qualora riuscissimo a vincere e pareggiare almeno, già potremmo essere qualificati. Il derby? L’anno scorso abbiamo avuto la fortuna di vincere la semifinale di Coppa Italia contro la Roma. Qui è una gara speciale soprattutto per i tifosi, è la partita più importante dell’anno». 

IMMOBILE SUPER – «E’ uno dei migliori attaccanti del momento, forse ancora troppo sottovalutato. Per noi è la stella della squadra, speriamo che resti con noi ancora per tanto tempo che continui così perché non solo fa tanti gol ma lavora anche molto per la squadra», ha concluso Luis Alberto.

Articolo precedente
ImmobileThe Guardian esalta la Serie A ed Immobile: «Meglio di lui solo Messi» – Foto
Prossimo articolo
Addio ad Aldo Biscardi, il cordoglio della Lazio: «Vicini alla famiglia»