Lazio, incognita vice-Immobile: Wesley o Dembelé, è lotta a suon di gol – VIDEO

Immobile lazio
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio per il ruolo di vice-Immobile segue Wesley e Dembelè: ecco chi sono

Sono stati innumerevoli gli attaccanti accostati alla Lazio in questa sessione estiva di calciomercato. Il reparto avanzato necessita di un innesto che possa far rifiatare (e non rimpiangere ndr) Ciro Immobile, il club capitolino sarà impegnato su tre fronti e pensare che il bomber di Torre Annunziata possa rispondere sempre presente è pura utopia. Felipe Caicedo non convince appieno il tecnico Inzaghi e non è mai riuscito a far breccia nei cuori dei tifosi laziali. Il gol sbagliato sottoporta a Crotone pesa ancora come un macigno sulla coscienza del centravanti dell’Ecuador. Un errore che è costato la Champions League alla Lazio, l’ambiente a Roma non è semplice e Caicedo lo sta provando sulla pelle. Wesley era l’erede designato, Moussa Dembelè è entrato prepotentemente nei pensieri di Tare: scopriamo nel dettaglio chi sono i due attaccanti che agitano i pensieri del direttore sportivo laziale.

93 KG DI POTENZA  Wesley Moraes Ferreira da Silva – meglio noto come Wesley – ha un nome lunghissimo. Lunghissime sono anche le sue leve, 191 centimetri che lo rendono una vera forza della natura in grado di trascinarsi dietro il marcatore di turno. In gran segreto aveva visitato Formello, Igli Tare l’ha bloccato trovando l’accordo con il Club Bruges sulla base di 12-13 milioni. Brasiliano, classe ’96, sa mettere la sua stazza al servizio della squadra. Non è abile solo nel gioco aereo, sa difendere il pallone, ma riesce a scegliere i tempi giusti per attaccare la profondità. Nello scorso campionato belga ha siglato 13 reti in 43 presenze, non proprio numeri da cecchino ma i suoi 21 anni garantiscono ancora margini di crescita. Nonostante la stazza imponente sa mettere in mostra una discreta tecnica brasiliana, ha vinto due volte la Jupiler League belga ed ora vuole stupire anche nel campionato italiano. Possiamo intanto ammirare le movenze della pantera nera che piace a Tare.

FROM PARIS WITH GOALS – Moussa Dembelé nelle giovanili nel Paris Saint-Germain era considerato uno dei diamanti grezzi più lucenti. Per lui però era impossibile affacciarsi stabilmente in prima squadra, il PSG puntava su top players e investimenti multimilionari. In Francia quindi non trovò spazio e fuggì in Inghilterra. Il Fulham lo prelevò versando solo l’indennizzo di 350mila euro ma i proprietari del Qatar non si strapparono i capelli. Dopo l’esperienza in Championship si trasferisce a parametro zero in Scozia ed esplode: 32 gol il primo anno, 16 nel secondo. Dembelé a dispetto dei suoi 185cm non è la classica punta centrale e solo fisica. E’ un attaccante mobile dotato di buona velocità, può giocare in tutte le posizioni dell’attacco. In posizione centrale però può esaltarsi e sfogare il suo senso del gol. Punta completa ma con ampi margini di miglioramento vista la giovane età: classe’96, la carta d’identità recita 22 anni ma ha già esperienza anche in Champions League. La Lazio per lui sarebbe un punto d’arrivo e vorrebbe dimostrare di saper far gol anche in Italia. Caicedo permettendo…vediamo i gol del bomber del Celtic.

 

Paolo Pieramici – LazioNews24

Articolo precedente
Portanova cuore biancoceleste: «Lazio, il vanto mio» – VIDEO
Prossimo articolo
Fiorentina, Antognoni sentenzia: «Noi al livello di Lazio ed Atalanta!»