Le pagelle di Lazio-Chievo: lampi di Felipe, Djordjevic impalpabile

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lazio-Chievo: nella surreale sconfitta biancoceleste brilla Felipe Anderson, Djordjevic spento

Partita assurda all’Olimpico: la Lazio domina in lungo e in largo per 90′ poi subisce l’imbucata del Chievo negli istanti finali del match. Aldilà del risultato buona gara degli uomini di Inzaghi che devono però lavorare su aspetti come la finalizzazione e la concentrazione fino all’ultimo minuto.

Strakosha 6: Dopo una partita passata a fare lo spettatore deve arrendersi al tiro di Inglese, lasciato libero di battere a rete.

Basta 6: Al rientro dopo aver smaltito i problemi fisici gioca una buona gara proponendosi con discreta continuità, rischiando quasi nulla in difesa. Dall’84’ Lombardi: sv

de Vrij 6: Partita tranquilla per l’olandese che passa 90′ ad amministrare il risultato, fino all’errore finale di Lulic che tiene in gioco Inglese.

Hoedt 6: Così come il connazionale vive una serata senza apprensioni e senza commettere errori. Incolpevole sul goal

Radu 6: Buona partita del romeno che difende sempre con ordine e non fa mancare il suo apporto quando la manovra si sviluppa da centrocampo in su. Dal 76′ Luis Alberto: sv

Parolo 6,5: Oggi è tra i più pericolosi dei suoi, soprattuto con i colpi di testa, ma a difendere i pali del Chievo c’è un Sorrentino da Oscar

Biglia 6,5: Buona gara del Principito, brillante come non lo si vedeva da tempo sia in fase d’interdizione sia in fase d’impostazione. Probabile che l’imminente firma sul rinnovo contrattuale gli abbia tolto qualche pensiero dalla testa

Milinkovic 6: Pur mostrando qualche giocata importante oggi non si accende e interpreta la gara con un filo di superficialità. Ad ogni modo è autore di una prestazione sufficiente.

Felipe Anderson 6,5: E’ sicuramente tra i migliori della Lazio (come spesso gli capita con le piccole). Dispensa numeri a tutta forza ma non riesce a concretizzare la migliore occasione che gli capita. Nella ripresa sfiora il goal del vantaggio ma non ha fortuna.

Djordjevic 5,5: La squalifica di Immobile gli consente di partire da titolare. Inizia anche bene andando a lottare sui palloni scodellati in avanti. Di occasioni, tuttavia, neanche a parlarne. Nella ripresa scompare. Dal 76′ Rossi: sv

Lulic 5,5: Le parole pronunciate in settimana ancora riecheggiano forti. E’ uno dei più arrabbiati agonisticamente parlando e si vede, corre a tutto campo, si sbraccia. Nel finale, però sbaglia il fuorigioco nel momento decisivo della partita.

Inzaghi 5,5: Letteralmente disperato per l’incapacità di concretizzare le occasioni create dai suoi, nel finale prova ad arrembare la porta clivense con una formazione super-offensiva, il risultato però è quello di sbilanciare troppo la squadra che incassa il goal beffa.

Articolo precedente
felipe anderson lazioLazio, danno e beffa all’Olimpico: il Chievo al 90′ punisce i biancocelesti
Prossimo articolo
maranMaran felice: «Ci portiamo a casa morale e tre punti»