Keita si scusa con Inzaghi e la squadra: strappo ricucito?

© foto www.imagephotoagency.it

Arrivato nel ritiro di Auronzo di Cadore con ben cinque giorni di ritardo e dopo aver sollevato un gran polverone con le sue dichiarazioni contro la società, Keita Balde Diao sta progressivamente tentando di normalizzare la sua situazione.

 

Come riportato dal Corriere dello Sport, il senegalese una volta giunto in Trentino ha cercato di riallacciare i rapporti con tecnico e squadra. Prima di tutto si è rivolto ad Inzaghi, tecnico che lo conosce bene e che ha puntato moltissimo su di lui nel finale di stagione. Si vocifera che l’allenatore piacentino fosse uno dei più delusi dall’atteggiamento del senegalese e che inizialmente non gli abbia rivolto neanche uno sguardo. In seguito Keita ha chiesto scusa allo staff tecnico e ai compagni per il suo ‘colpo di testa’.

 

Ieri il classe ’95 ha corso per i boschi agli ordini dei preparatori assieme all’altro ritardatario Felipe Anderson. Oggi prima dell’amichevole con il Brasile Soccer Team dovrà confrontarsi con la bilancia: lo scorso 5 luglio a Formello era leggermente in sovrappeso.

La Lazio e Keita fanno dunque prove di armistizio, anche se la società deve ancora valutarne il comportamento prima di prendere provvedimenti definitivi. Va sottolineato che finora, nonostante si sia parlato tanto di interessamenti di Real, Barça, Inter e Juventus, nessun club ha presentato offerte per il giovane biancoceleste. Secondo il quotidiano sportivo prende corpo l’ipotesi di un rinnovo contrattuale con l’inserimento di una clausola rescissioria che consentirebbe a Keita di liberarsi in futuro dietro il pagamento di una cifra prefissata.