Crotone, il ds Ursino: «La Lazio gioca bene, Luis Alberto mi manda in estasi»

olimpico luis alberto
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore sportivo del Crotone Ursino sulla prossima sfida contro la Lazio: «Se giocheremo come l’ultima gara potremo cercare di fare risultato»

C’è il Crotone di Zenga sulla strada della Lazio. Domenica all’Olimpico si affronteranno le due squadre che lottano per due obiettivi completamente diversi. Il direttore sportivo della Lazio, Beppe Ursino, è intervenuto a Radio Incontro Olympia per parlare della sfida contro i biancocelesti: «Andiamo ad incontrare una squadra fortissima con un grande allenatore. Sappiamo le difficoltà. Zenga sta preparando la gara come le altre. Se giocheremo da Crotone, come nell’ultima gara, potremo cercare di fare risultato. Incontreremo una delle migliori compagini italiane. La Lazio gioca bene, ha un tipo di gioco particolare. Luis Alberto gli dà una qualità impressionante. L’ho visto a Bergamo. Luis Alberto mi manda in estasi. Non solo lui naturalmente, la rosa è completa. Se la potrebbe giocare per arrivare tranquillamente nei primi 3-4 posti».

VAR – «Non rispondo sugli episodi arbitrali. Penso che questa tecnologia sia positiva però mi dà fastidio l’eccessiva interruzione del gioco. Si aspetta troppo per il giudizio sul singolo episodio».

MERCATO – «Non ho ancora parlato con il Mister. Devo dargli il tempo di giudicare la rosa. Ora pensiamo alle tre partite difficilissime che abbiamo davanti. La rosa della Lazio è molto importante. Anche i calciatori che non stanno giocando sono interessantissimi, quindi vediamo. Vediamo quello che succederà».

CATALDI – «Da noi è stato straordinario. I ragazzi secondo me devono fare un percorso a piccoli passi. Danilo doveva fare questo. L’ho visto giocare nel Benevento e mi piace ancora. Gli auguro tutto il bene del mondo, ragazzo straordinario. Affrettarne la crescita è stato sbagliato. Noi a centrocampo siamo però coperti. Quindi inutile parlare di quel reparto».

KISHNA E BUDIMIR – «Era un calciatore che a me piaceva moltissimo. La politica del Crotone però è di non sforare il budget. Per quanto riguarda gli ingaggi dei calciatori dobbiamo stare molto attenti. Budimir? Sono molto amico di Tare e di Lotito. Non mi hanno mai chiesto sinceramente informazioni per Budimir la scorsa estate».

Articolo precedente
Che Lazio! Due biancocelesti nella Top 11 di Whoscored.com – FOTO
Prossimo articolo
spal lazio auronzo di cadoreSpal, il presidente Mattioli: «Penalizzati dal VAR. Contro la Roma…»