Felipe Anderson: «Abbiamo dimostrato di essere una grande squadra e possiamo vincere contro chiunque»

© foto www.imagephotoagency.it

Ai microfoni di Lazio Style Channel è intervenuto Felipe Anderson: «Io sono contento per la medaglia d’oro, ma adesso devo pensare alla Lazio. Adesso abbiamo una stagione per conquistare tanti punti. Nel primo tempo abbiamo messo in difficoltà la Juve, un peccato il gol che abbiamo preso, perchè era una palla persa. Dobbiamo ripartire dalla cattiveria che abbiamo messo in campo fino al gol e poi siamo calati un po’. Dobbiamo avere questa carica per tutto il campionato. La mia prestazione? Dovevo fare meglio nel secondo tempo e dovevo perdere meno palloni. Sto lavorando bene e cercherò di migliorare ancora la forma per fare meglio già dalla prossima partita. Dobbiamo partire da questa sconfitta, che ci fa capire che siamo una squadra forte e possiamo vincere contro chiunque. La mia posizione così arretrata? Me lo ha detto il mister quando ha inserito Patric, perchè loro cercavano di spingere sugli esterni. Io sono sempre pronto ad aiutare la squadra anche in fase difensiva e mi aiuterà anche nella mia crescita».

 

Il brasiliano è inetrvenuto anche ai microfoni di Sky Sport 24: «Dovevamo stare attenti su ogni pallone, interpretando la gara con la loro cattiveria. Abbiamo pagato una dormita, sono episodi che cambiano la partita. Per il resto abbiamo fatto una buona gara contro una squadra fortissima che si è anche rinforzata. Dobbiamo prendere le cose buone e portare avanti questa Lazio che può fare bene. La mia prestazione? Lo scorso campionato ho imparato tanto sul piano della continuità, quest’anno darò tutto per la mia carriera, per la Lazio, per il mister e per i miei compagni. Sono sicuro che andrà meglio rispetto alla scorsa stagione. Ogni partita devo fare bene, devo essere più continuo nelle mie prestazioni. Serve più concentrazione per fare bene in tutto il campionato, chiedo a me stesso più costanza».