Udinese – Lazio: numeri e curiosità

© foto www.imagephotoagency.it

A proposito di numeri e statistiche stasera tra Lazio e Udinese dovremo stare attenti ai tiri dalla distanza. La squadra capitolina ha fior fior di tiratori, così come quella friulana e sembrerà per un po’ di essere in Premier League dove i gol da lontano sono quasi fisiologici. Candreva ed Hernanes sono indubbiamente due giocatori dotati di un tiro formidabile e lo dimostrano le dieci marcature da lontano della Lazio 2012-13: se si esclude l’exploit di Radu e Lulic nel 2-0 al Pescara e la segnatura di Mauri al Torino ci accorgiamo che il brasiliano e il romano hanno complessivamente segnato sette gol su azione da fuori. Diversamente l’Udinese ha in Totò Di Natale uno dei migliori battitori di punizione della intera Serie A e in Dusan Basta un terzino con il vizio del gol dalla distanza (vedi il 2-2 a inizio stagione col Siena).

Occhio alle sortite da lontano ma anche ai minuti tra il 31° e il 45° del primo tempo. Il perché è presto detto: se si stila una classifica delle squadre che hanno segnato di più nel quarto d’ora finale della prima frazione la Lazio è prima con dieci gol, infatti i laziali hanno segnato un quarto delle loro reti complessive in questo lasso di tempo. La seconda nella classifica speciale è l’Udinese, la quale si ferma a otto, ci sono tutti i presupposti per imanere attaccati agli schermi almeno per quel periodo della gara.

Condividi
Articolo precedente
Napolitano accetta il reincarico: consegnerà lui la Coppa Italia
Prossimo articolo
La Lazio di Bollini schianta il Bari e va alla Final Eight