Super Lazio, Stoccarda abbattuto!

© foto www.imagephotoagency.it

Va in scena l’andata degli ottavi di finale tra Stoccarda e Lazio alla Mercedes Benz Arena. I biancocelesti optano per un inedito 4-2-3-1 con Kozak riferimento offensivo supportato da Ederson. I padroni di casa invece giocano con un 4-5-1 che vede come terminale offensivo l’ex laziale Macheda.

PRIMO TEMPO – In uno stadio con più di mille tifosi provenienti da Roma, alle 19 inizia la partita. Ritmi non esaltanti per i primi minuti in cui nessuna delle due squadre si rende pericolosa e entrambe  si studiano. La prima occasione tuttavia è per i rossi di Germania che al 16’ sfiorano il gol con Okazaki che di testa anticipa l’incerto Pereirinha con Marchetti chiamato agli straordinari. Al 21’ si fa vedere la Lazio e trova subito il gol con Ederson:  dopo un anticipo di Pereirinha la sfera finisce al brasiliano che manda a vuoto un avversario facendo perno sul fisico e di sinistro trova un gran tiro dal limite. La squadra allenata da Labbadia non trova la reazione e i capitolini sono ancora pericolosi con Cana che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, manda di poco a lato di testa. Al 38’ ammonito Hernanes per un gomito un po’ largo su Maxim costretto ad uscire per Hajnal, mentre dopo due minuti grande occasione ancora per il numero 7 laziale che schiaccia troppo il pallone con la fronte dopo una grande azione di Candreva. Sul ribaltamento di fronte la Lazio rischia di vedere realizzato il vecchio proverbo calcistico “gol mangiato, gol subito”, ma ancora Okazaki in tuffo non trova lo specchio da due passi. Finisce il primo tempo dopo che nel recupero anche Ciani finisce sul taccuino dei cattivi per qualche trattenuta di troppo in area.

SECONDO TEMPO – Le squadre rientrano in campo e dopo due minuti viene ammonito Tasci. La trama della gara è sempre la stessa, così Labbadia al 55’ prova ad inserire Harnik per uno spento Kvist. Ma dopo sessanta secondi la Lazio raddoppia. Strepitoso Onazi che ruba palla a centrocampo, supera un difensore e si invola verso il portiere scavalcato con un tocco di destro che sigla il 2 a 0. I biancorossi appaiono storditi e Candreva si rende ancora pericoloso su calcio di punizione. Al 63’ occasione ancora per Okazaki che supera Cana con un sombrero ma con il destro manda a lato. Petkovic cerca di dosare le energie e nel giro di pochi minuti rileva sia Ederson autore di un’ottima prova, che Hernanes per Ledesma e Gonzales. Per i biancocelesti si aprono molti spazi in avanti e al 74’ in contropiede Candreva spara alto dopo una bella azione. Ancora un’altra ripartenza questa volta però è Lulic che non riesce a far centro tirando sul portiere. All’87’ si accende una mini rissa subito sedata dall’arbitro che ammonisce sia Cana che Harnik, ammonizione pesante per il difensore albanese che salterà il ritorno. Negli ultimi minuti entra Floccari per Kozak, ma la partita ormai è priva di significato. Dopo quattro minuti di recupero finisce la gara.

Prima vittoria della Lazio in terra tedesca. Un risultato importantissimo vista anche la quasi certa assenza di spettatori nella gara del ritorno che a questo punto appare quasi come una formalità. Petkovic ora dovrà ricaricare i suoi per il fondamentale scontro in campionato contro la Fiorentina di domenica sera.

Condividi
Articolo precedente
Ederson: “Siamo a un passo dalla qualificazione…”
Prossimo articolo
LE PAGELLE di Stoccarda-Lazio: Lulic e Candreva due frecce… Che bravo Onazi!