Stangata Uefa, Lotito non ci sta: “Aggressione mediatica…I fatti dicono altro!”

© foto www.imagephotoagency.it

Lotito interviene ai microfoni di Lazio Style Radio per parlare della decisione dell’Uefa di chiudere le porte dell’Olimpico per ben due turni. Il presidente non ci sta ed è un fiume in piena: “Abbiamo una nomea che ci portiamo dietro da anni che non corrisponde più alla realtà. La tifoseria ha avuto una metamorfosi e ha cambiato atteggiamento. Vi è stata un’amplificazione mediatica impressionante che ha posto in maniera troppo pressante l’attenzione sulla partita della Lazio e sul comportamento dei nostri tifosi. A differenza di quanto succede in altri paesi, dove i mezzi di informazione difendono sin troppo le proprie squadre, qui noi abbiamo l’esatto opposto, forse perchè il progetto Lazio dà fastidio. Limitiamoci ai fatti veri: vi erano due delegati Uefa sotto la Nord per visionare la curva attentamente. Al 13′ minuto alcuni tifosi, essendosi accorti della presenza dei controllori, hanno cantato cori poco rispettosi animando le parole con il braccio, come fanno nei confronti del sottoscritto con parole che tutti conoscete. Successivamente un delegato è stato scortato in tribuna per visionare il resto della gara e al termine vi è stato il solito breafing con tutti gli addetti ai lavori. Da questa riunione non è emerso nessun problema e ci hanno fatto addirittura gli elogi. La società non può controllare ciò che avviene fuori dallo stadio, dove dei tifosi sono stati accoltellati mentre giravano ubriachi e con uno stato psico-fisico alterato che potrebbe aver fatto irritare dei cittadini, non obbligatoriamente tifosi della Lazio. Non abbiamo ancora alcuna documentazione, anche se non so come dall’America scrivono cose che noi ancora non sappiamo“. Il presidente poi conclude con un monito alla tifoseria: “Si deve assumere un atteggiamento ancora più composto, in modo tale da non poter dare adito a polemiche e non lasciare comportamenti soggetti ad interpretazioni. Non vogliamo aiuti, ma solo la verità”. 

Condividi
Articolo precedente
Presidente Coni Malagò: “Disponibile per gli stadi di Lazio e Roma”
Prossimo articolo
Formello – Petkovic prova ancora il 4-1-4-1 con Pereirinha e Cana. Si ferma Floccari